CANALE MONTERANO – I Carabinieri della Stazione di Vejano e quelli di Oriolo Romano hanno tratto in arresto un uomo 41nne di Canale Monterano per sequestro di persona, violenza sessuale, maltrattamenti in famiglia, resistenza a Pubblico Ufficiale e lesioni. La vicenda deriva dalla denuncia presentata dal padre di una donna 40nne moglie dell’arrestato. Il genitore, dopo aver visto per l’ennesima volta lo stato in cui versava la figlia si è deciso a presentarsi alla Stazione Carabinieri di Vejano, dove è residente, per rendere nota la vicenda. Dopo aver denunciato le terribili vessazioni subite dalla figlia, per le quali il marito era già stato tratto in arresto nel 2011, i militari dell’Arma sono intervenuti in Canale Monterano presso l’abitazione della coppia.

 

All’ingresso i militari hanno constatato uno stato di prostrazione psicologica della donna, che era sequestrata in casa da circa quattro mesi, nonché ferite sul corpo poi riscontrate guaribili in 10 giorni, derivanti dal protrarsi di maltrattamenti e sevizie psicofisiche. Alla luce di ciò i militari hanno dichiarato l’uomo in stato di arresto per i reati sopra indicati. Nella circostanza l’uomo ha più volte aggredito sia il personale medico del 118 che i militari dell’Arma opponendo resistenza attiva e passiva all’arresto e ponendo in essere atti di autolesionismo. Dopo le formalità di rito l’uomo è stato tradotto presso la casa circondariale di Civitavecchia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente. La donna, unitamente al figlio di 5 anni è stata affidata ad una struttura protetta per recuperarne l’equilibrio psicofisico.

Commenta con il tuo account Facebook