MONTALTO DI CASTRO – Avevano escogitato un ingegnoso sistema per rubare dalle cassette delle offerte, ma non avevano fatto i conti con i carabinieri che ieri mattina li hanno arrestati in flagranza di reato con l’accusa di furto aggravato. Si tratta di due italiani – un teatino di 56 anni e di un piacentino di 42, entrambi con precedenti di polizia – che utilizzando una fettuccia metrica metallica alla cui estremità avevano applicato del nastro biadesivo sono stati sopresi dai militari all’interno del duomo mentre raccoglievano dalle cassette delle elemosine le banconote date in offerta che rimanevano appiccicate al singolare strumento. Bloccati dai carabinieri insospettiti dall’insolito movimento, i due avevano raccolto denaro per circa 300 euro che sono stati immediatamente restituiti al parroco. Nella mattinata di oggi i due saranno presentati al giudice del Tribunale di Civitavecchia per il rito per direttissimo.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email