VITERBO In attuazione delle direttive del Comando Provinciale Carabinieri di Viterbo, impartite a seguito della riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, tenutasi presso la Prefettura di Viterbo lo scorso 24 aprile, la Compagnia Carabinieri di Viterbo, attraverso le proprie articolazioni operative, ha continuato a svolgere un controllo stringente delle zone del Centro Storico di piazza San Faustino e Sacrario.

In tale contesto, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Viterbo, grazie alla collaborazione dei cittadini, hanno individuato un cittadino straniero che ha assunto atteggiamenti sospetti. È iniziato, quindi, nella zona di piazza San Faustino-via Marconi, un monitoraggio del soggetto che ha permesso di documentare incontri ambigui con diverse persone, finalizzati allo spaccio di stupefacenti.

Nella serata di ieri, i militari, avendo deciso di bloccare l’uomo, si avvicinano a questi, ma appena avvedutosi della loro presenza, lo stesso tenta di sfuggire al controllo, dando inizio ad un rocambolesco inseguimento a piedi tra le vie Marconi, Matteotti e via Emilio Bianchi ove viene raggiunto e trovato il possesso di nove dosi di cocaina pronte per la vendita al dettaglio oltre ad un coltello a serramanico che occultava negli indumenti intimi.

L’uomo – identificato in un cittadino egiziano di anni 22, regolare sul territorio nazionale anche se senza fissa dimora e già conosciuto alle Forze di Polizia per i suoi trascorsi giudiziari – è stato arrestato e dovrà rispondere delle accuse di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, porto abusivo di arma e resistenza a pubblico ufficiale.

Lo straniero è trattenuto nelle camere di sicurezza di questo Comando Provinciale a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per il processo che si terrà con il rito direttissimo.
Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email