VITERBO – “Questa è la situazione in strada Monte Pizzo, all’interno della riserva naturale dell’Arcionello: rifiuti di ogni genere abbandonati da mesi, a volte anche da anni: scarti edili, lamiere metalliche, potature, mobili, materassi, pneumatici, infissi, e chi più ne ha più ne metta.

In Comune lo sanno? E’ previsto che gli operatori che passano ogni giorno a svuotare i secchioni segnalino a qualcuno la presenza di questo tipo di rifiuti in modo da organizzare una raccolta straordinaria o bisogna aspettare volta per volta le proteste dei cittadini? A giudicare da alcuni rifiuti che sono lì da anni direi che non lo sanno, o forse non gliene importa.

Mai sentito parlare della “teoria delle finestre rotte”? Controllare gli ambienti urbani evitando il degrado contribuisce a creare un clima di ordine e legalità e riduce il rischio di crimini più gravi; viceversa vedendo questo schifo alcuni appartenenti alla razza umana “pensano” (verbo poco adatto a descrivere il processo mentale di questa gente, ma non me ne vengono in mente altri) che sia normale continuare a usare la zona come discarica. E’ urgente una ripulita e maggiori controlli con multe salate!”

Fabio Sabbatini