CAPRANICA – “Sapevamo tutti delle difficoltà a contattare la Talete, ma non a questi livelli. Dal momento che mi sono arrivate bollette spropositate, basate su una stima e non sulla lettura effettiva, ho pensato bene (e da qui il dramma) di dare le letture aggiornate a luglio 2015 con la speranza di risolvere il disguido. Parto con le e.mail inviate l’8 Luglio senza ricevere alcuna risposta. Ok, passiamo al numero verde, ho pensato ingenuamente. Provare a parlare con un operatore tramite il numero verde 800949340 è pressoché impossibile.

 

Partiamo dal tentativo effettuato Venerdi 10 Luglio dalle ore 13 alle ore 14. Quando non era occupata la linea, scatta la vocina: “Avete 6 chiamate prima del vostro turno”… Armati di santa pazienza ho atteso che man mano scalasse, 5 chiamate prima del vostro turno, poi 4, poi 3, poi 2 … A questo punto si verificano le peggio problematiche.

 

Una volta è caduta la linea dopo aver sentito la frase: “C’è una chiamata in ingresso” e ben 3 volte si è attivata la segreteria che mi diceva: “ci scusiamo per l’attesa, vi preghiamo di rimanere in linea per non perdere la priorità acquisita” rimettendomi di nuovo in attesa di altre 6 chiamate… Morale della favola? Non sono riuscito a parlare con nessuno per comunicare una semplice e banale lettura effettiva del contatore dell’acqua.

 

Una persona può dire: “Vabbe forse sarà un caso, potevi riprovare un altro giorno?” E cosi ho fatto!! Ho riprovato a distanza di giorni. Oggi martedi 14 Luglio, dalle ore 13.45 alle ore 14.20, digito i magici numeri 800949340, tasto 2 e subito via con la frase: “avete 6 chiamate prima del vostro turno… poi 5 …po 4…poi 3…poi 2…” e via, ci risiamo con la linea che si interrompe oppure scatta la vocina magica: “ci scusiamo per l’attesa, vi preghiamo di rimanere in linea per non perdere la priorità acquisita”.

 

A questo punto avvalendomi dell’aiuto dei Giornali vorrei porre alcune domande, una ai dirigenti della Talete: “come faccio a comunicarVi questa benedetta lettura effettiva? Con un piccione viaggiatore? Ma pensate davvero che i cittadini abbiano l’anello al naso?”.

 

L’altra rivolta alle Istituzioni: “Non sarebbe il caso di monitorare maggiormente l’operato complessivo della Talete, a partire dal rapporto con l’utenza che alla fine della fiera paga profumatamente? Gli utenti sono esasperati!!” Possibile mai che i cittadini debbano prendersi le ferie o altro per raggiungere fisicamente qualche funzionario Talete al fine di risolvere una problematica legata alla lettura del contatore? Chi ci rimborsa del tempo perso?”

 

Pietro Bardoscia