TARQUINIA – Le insolite gelate che hanno flagellato le campagne tarquiniesi, hanno messo in seria difficoltà le aziende agricole del territorio, che contano già la perdita di migliaia di ettari di coltivazioni invernali e danni irreparabili all’economia del comprensorio.

Il Sindaco, Pietro Mencarini, ha ufficialmente richiesto alla Regione Lazio lo stato di calamità naturale per il territorio del Comune di Tarquinia, colpito drammaticamente dall’eccezionale ondata di neve e gelo.

“Ai sensi della norma D.Lgs 29/03/2004; DRG23/02/2006 n 112, si comunica che nella notte tra il 25 ed il 26 febbraio 2018, si sono verificate abbondanti nevicate, accompagnate da forti raffiche di vento, seguite nei giorni 26,27 e 28 febbraio da forti gelate, che hanno causato nell’intero territorio comunale gravi e diffusi danni alle coltivazioni, con particolare riguardo alle ortive in pieno campo come carciofi, cavolfiori, finocchi ed hanno irrimediabilmente compromesso tali produzioni agricole. Si richiede pertanto il riconoscimento dello stato di “calamità naturale”, per le valutazioni sopra esposte, nonché l’adozione di tutte le iniziative di legge più opportune da parte degli organi tecnici al fine di valutazione del danno.”

La richiesta, firmata dal sindaco Pietro Mencarini e dall’assessore all’agricoltura Alfonso Micozzi, è stata celermente inviata al Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, al Presidente della Giunta Regionale del Lazio, all’Assessorato Sviluppo Agricolo e del Mondo Rurale della Regione Lazio e all’ADA Area decentrata Agricoltura della Regione Lazio.

Il comune richiede dunque di effettuare urgenti sopralluoghi per la verifica e l’accertamento della situazione di emergenza e di estrema gravità, oltre a richiedere la concessione di aiuti economici per le aziende agricole colpite.

“Questa ondata di gelo, del tutto straordinaria, ha devastato economicamente ma ancor di più moralmente il mondo agricolo tarquiniese, ma un aspetto che vorrei sottolineare, è lo spirito di solidarietà e di collaborazione in situazioni di emergenza che caratterizza noi agricoltori -dichiara l’assessore Micozzi- vorrei pertanto ringraziare tutti coloro che si sono adoperati, mettendo a disposizione forze e mezzi, nel ripulire le strade rurali dalla copiosa quantità di neve, consentendo la viabilità ai residenti e collaborando con i volontari della protezione civile che hanno svolto un encomiabile lavoro”.

Commenta con il tuo account Facebook