TARQUINIA – “La sera del 19 febbraio scoppiava un incendio di appartamento in un palazzo di Tarquinia. Il comando VVF di Viterbo subito inviava una squadra, e contemporaneamente chiamava la sede VVF di Civitavecchia per accorrere anche loro, dato che il palazzo di 4 piani aveva decine di persone da evaquare a seguito dell’invasione di fumo in tutta la struttura. Purtroppo in quel momento la squadra di Civitavecchia si trovava su di un altro intervento di soccorso ed alla fine le squadre per arrivare sul posto con mezzi antincendio ci hanno impiegato 40 minuti (tempo record considerata la distanza!).

 
Giustamente la popolazione rimaneva colpita da tutto questo tempo, considerando che molti pensavano che i pompieri a Tarquinia avessero ancora una sede…..che purtroppo dal 1 gennaio 2015 non c’è più, per il mancato rinnovo della convenzione tra i VVF e la Regione Lazio, che fino a quel momento faceva in modo di avere una presenza di VVF anche sul litorale.

 

Tutta questa cronaca dei fatti accaduti perchè USB Vigili del Fuoco da sempre urla ai 4 venti la necessità di aprire un DISTACCAMENTO PERMANENTE VVF sul litorale viterbese e non vorremmo che debba succedere una tragedia per far svegliare chi di dovere ormai quando sarebbe tardi! Nell’immediato chiediamo alla Regione Lazio di riaccendere la convenzione, magari ridiscutendo anche la copertura che per noi dovrebbe essere da subito h 24 e non solo di giorno. I Vigili del Fuoco sono trattati dai vari governi solo come un ente come tanti da tagliare solo per il mero risparmio, ma invece di fatto sono quella classe di lavoratori sempre vicina alla gente, di giorno come di notte… sempre! aiutateci in questa lotta, per continuare ad esservi vicini”.

 

Emiliano Salcini
Coordinamento USB VVF Lazio

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email