VITERBO – Ieri mattina flash mob dell’associazione Solidarietà Cittadina e dei Lavoratori ex Terme INPS in via Calabresi dove si accede per gli uffici comunali.

 

Il gruppo aveva con se un secchio vuoto con su scritto “acqua termale” e alcuni cartelli. Uno di questo recitava: “Il secchio è vuoto, asciutto come le sorgenti delle ex terme INPS. Che fine ha fatto l’acqua? Qualcuno ne sa qualcosa?

 

Finito il flash mob i dimostranti dichiarano: “Sono anni che attendiamo spiegazioni sull’accaduto. Comunque abbiamo notato che moltissimi cittadini sono informati sulla vicenda ex terme INPS e ci spronano ad andare avanti, unendosi a noi”.

 

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email