VITERBO – Un ‘postdoc’ e uno studente dell’Università della Tuscia, Stefano Valle e Lorenzo Traverso sono attualmente a Kathmandu sopravvissuti ad uno dei più terribili e catastrofici terremoti degli ultimi 10 anni. Sono in Nepal nell’ambito di un progetto di cooperazione del MAE coordinato dal DIBAF-Università della Tuscia sotto la responsabilità scientifica del Prof. Andrea Vannini (foto).

 

Questa mattina alle 9:30 ora Italiana la capitale del Nepal è stata colpita da scosse di terremoto fino all’ottavo grado della scala Richter. La città ha subito danni gravissimi e ad ora si contano circa 1000 vittime. Stefano Valle, residente a Viterbo e Lorenzo Traverso, romano, insieme ad un funzionario del MAE-IAO di Firenze, sono stati sorpresi dalla scossa mentre erano appena rientrati in albergo da una missione operativa nell’ovest del paese forniscono supporto tecnico alle comunità agricole locali. Sono fortunatamente sani e salvi ma bloccati a Kathmandu, il cui aeroporto ha subito gravi danneggiamenti e funziona a singhiozzo.

 

Il Prof. Vannini è riuscito a mettersi in contatto telefonico con loro e ha immediatamente allertato i familiari e l’Unità di Crisi della Farnesina fornendo nomi e recapiti. Informato sull’accaduto il Sindaco Michelini e l’Assessore Barelli hanno immediatamente contattato la Farnesina chiedendo di essere tenuti aggiornati sullo svolgersi degli eventi e sulla possibilità di far rientrare i due ricercatori il prima possibile in Italia. La Farnesina ha comunicato che i ricercatori stanno bene, che questa notte dormiranno accampati e che si augurano di rientrare quanto prima in Italia.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email