VITERBO – Viterbo fa i conti con gli strascichi del terremoto. A causa del sisma verificatosi domenica mattina, mezza città si trova infatti attualmente senza acqua potabile. Dai rubinetti di diverse abitazioni sgorga infatti da ieri sera acqua intorbidita. La situazione dovrebbe risolversi natiralmente nel giro di alcuni giorni.

La società Talete ha provveduto nel frattempo a informare la cittadinanza con la seguente nota.

“Si informano tutti gli utenti che a causa delle forti scosse sismiche del 30/10/2016 che hanno interessato il territorio dell’ATO 1 Lazio Nord Viterbo, potrebbero verificarsi fenomeni di intorbidimento delle falde acquifere e conseguentemente dell’acqua distribuita in rete anche nei prossimi giorni. Come dopo le scosse del 26/10 scorso, stiamo nuovamente effettuando tutti i monitoraggi necessari e tutti gli interventi possibili per minimizzare i disagi alle utenze. Ci scusiamo comunque per il disagio dovuto a cause di forza maggiore”.

Alla luce di ciò, il sindaco Leonardo Michelini, con apposita ordinanza (n. 179 del 31 ottobre 2016), a seguito dell’odierna nota di Talete SPA con la quale si comunicava l’intorbidamento, dovuto all’evento sismico di ieri, della fonte Settecannelle, con conseguente erogazione in alcune zone di acqua opalescente ha emanato quanto segue:

“E’ vietato, in via precauzionale e prudenziale, il consumo di acqua erogata tramite pubblico acquedotto, nelle zone servite dalla fonte idropotabile Settecannelle, ovvero nelle seguenti zone: Respoglio, La Quercia, viale Trieste, quartiere Paradiso, Ellera, quartiere Santa Lucia, quartiere Santa Barbara, strada Teverina da viale Trieste al centro geriatrico Giovanni XXIII“.

Tale divieto sarà valido fino a nuova ordinanza con cui si comunicherà la cessata necessità del divieto stesso.

Oltre a ciò, Talete comunica che, causa lavori di riparazione sulla rete idrica in Via Cardinal Ridolfi a Bagnaia, nel Comune di Viterbo, giovedì 3 novembre 2016 dalle ore 8.30 a termine lavori (presumibilmente entro le ore 15.00, salvo imprevisti), verrà interrotto il flusso idrico.

Pertanto, potrebbe verificarsi interruzione idrica e/o abbassamenti di pressione e/o intorbidamento dell’acqua nelle vie, strade e località di seguito riportate:

Via Sant’Anna
Via Generale A. Gandin
Via del Vignola
Via Parenzo
Via Guglielmini
Via Fossitella
Via Pian di Quercia
Via Fontanella di Pegaso
Via Luigi Fantappiè
Via Tommaso Ghinucci
Via Cardinal Ridolfi

Potranno essere interessate dall’interruzione idrica e/o da abbassamenti di pressione e/o dall’intorbidamento dell’acqua anche le utenze delle vie/zone limitrofe.