Nella giornata di ieri, mercoledì 4 maggio, il Tribunale di Viterbo ha emesso la sentenza sull’inchiesta denominata “Vento di maestrale” che ha coinvolto nel 2015 il consorzio Viterbo Ambiente, esecutrice del contratto di igiene urbana e l’allora Consigliere di Amministrazione Maurizio Tonnetti, Dirigente di Cosp Tecno Service, assistito dai legali Manlio Morcella e Giovanni Ranalli.

La sentenza ha stabilito “L’ASSOLUZIONE PIENA” perché il fatto non sussiste in base all’articolo 530 del Codice penale comma 1. La conclusione di questa vicenda, a distanza di circa sette anni dai fatti che venivano contestati, chiude una pagina complessa e dolorosa per Cosp Tecno Service, rendendo giustizia alla correttezza dell’operato di Maurizio Tonnetti. La sentenza rende giustizia anche ai valori di correttezza, trasparenza e rispetto delle regole che hanno sempre contraddistinto il lavoro quotidiano e la governance di Cosp Tecno Service.