RONCIGLIONE – La notte appena trascorsa, ha visto nuovamente impegnate le pattuglie del nucleo operativo della compagnia di Ronciglione , a contrastare il fenomeno dello spaccio di droga, in particolare nuovamente del famigerato shaboo, la cosi detta droga kamikaze o del suicidio, tanto è devastante il suo effetto.

I carabinieri impegnati in un servizio perlustrativo per tutelare il normale svolgimento delle attività della locale comunità ronciglionese, hanno notato durante la serata, una cittadina italiana di 35 anni, di origini romane, che alla vista dei militari assumeva atteggiamenti sospetti, così i carabinieri, dopo averla pedinata per un tragitto, la hanno sottoposta ad una perquisizione personale e veicolare, trovandola in possesso di 13 involucri in cellophan contenenti complessivamente 8 ed una bustina di nylon contenente altri 4 grammi per un totale di 12 grammi di shaboo, la pericolosissima droga chimica composta in gran parte di metanfetamina.

Immediatamente veniva quindi dichiarata in arresto e ristretta presso le camere di sicurezza della compagnia carabinieri di Ronciglione.
Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email