RONCIGLIONE – La notte appena trascorsa, ha visto impegnate le pattuglie del nucleo operativo della compagnia di Ronciglione , a contrastare il fenomeno dello spaccio di droga, in particolare nuovamente del famigerato shaboo, la cosi detta droga kamikaze o del suicidio, tanto è devastante il suo effetto.

I carabinieri impegnati in un servizio perlustrativo per tutelare il normale svolgimento delle attività della locale comunità ronciglionese, hanno notato durante la serata, due donne di origini nigeriane di 50 e 58 anni, residenti a Roma , e già notate in zona da altre pattuglie dei carabinieri in passato.

Le due, alla vista dei militari, assumevano atteggiamenti sospetti, così i carabinieri, dopo averle pedinate per un lungo tragitto, le hanno sottoposte a perquisizione personale , veicolare e domiciliare estesa nei loro domicili di Roma. Trovandole in possesso di oltre 500 grammi di shaboo, la pericolosissima droga chimica composta in gran parte di metanfetamina , oltre che copioso materiale per il confezionamento dello stupefacente.

Immediatamente venivano quindi dichiarate in arresto e ristrette agli arresti domiciliari dai carabinieri del NORM della compagnia carabinieri di Ronciglione.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email