ORTE – Sono inizite alle ore 9.30 di oggi le operazioni despolettamento dell’ordigno all’ordigno bellico inesploso rinvenuto nella notte tra il 18 e 19 agosto nel territorio del Comune di Orte in località Le Piane. Fasi caratterizzanti l’operazione, il trasporto dell’ordigno despolettato, alla Cava ubicata in località Bagnolo nel comune di Orte e il brillamento dell’ordigno presso la citata cava sita in loc. Bagnolo di Orte. Nel corso di apposita riunione svoltasi il 21 agosto presso la Prefettura sono stati esaminati e concordati gli specifici interventi di competenza di ciascun Ente da porre in essere.

 

L’Unità di crisi, che ha il compito di sovrintendere alle medesime operazioni, è ubicata presso la Prefettura di Viterbo. Le operazioni saranno effettuate mercoledì 26 agosto 2015, con inizio alle ore 10.00 e termineranno, presumibilmente e salvo sopravvenute esigenze, alle ore 12:00. La zona di pericolo intorno al luogo di despolettamento dell’ordigno deve essere interamente evacuata entro le ore 08:00 di mercoledì 26 agosto 2015 e fino a cessate esigenze. La zona di pericolo intorno al luogo di brillamento dell’ordigno deve esser evacuata entro l’orario di arrivo dello stesso all’interno della cava in loc. Bagnolo di Orte (presumibilmente fra le ore 12:00 e le ore 16:00 del giorno 26 agosto 2015) e fino al termine delle relative operazioni.

 

Il Comune di Orte, curerà i seguenti adempimenti: notifica tempestiva dell’ordine di evacuazione all’interno della zona individuata nel raggio di 700 metri dal luogo di despolettamento sia agli occupanti le civili abitazioni sia ai titolari degli insediamenti produttivi nelle stesse aree insistenti; evacuazione anche di tutti gli animali da reddito all’interno dell’area di rischio; informa la cittadinanza che nell’area di raggio superiore a mt 700 sino a mt 1700 la popolazione potrà decidere di rimanere all’interno di edifici ma dovrà restare al chiuso, lontano da finestre o altre aperture che comunque dovranno rimanere chiuse con imposte o persiane (si consiglia di lasciare le vetrate aperte al fine di evitare la eventuale dispersione di schegge in caso di deflagrazione); provvederà, entro gli orari indicati, all’effettiva evacuazione delle zone di pericolo nonché ad individuare i varchi di accesso alle stesse, che saranno presidiati dalla Polizia Locale di Orte con il concorso delle Forze di Polizia; dispone che, all’interno delle zone di pericolo, a cura dei privati interessati, siano messi in sicurezza, con l’adozione di idonee misure, depositi di materiali infiammabili e/o esplodenti o comunque pericolosi eventualmente esistenti; assicura la massima diffusione delle informazioni necessarie alla cittadinanza anche avvalendosi dei locali organi di informazione allestisce punti di accoglienza e ristoro per la popolazione evacuata presso strutture all’uopo individuate.

 

È previsto il concorso nelle operazioni di uomini e mezzi messi a disposizione dalla Questura, dal Comando Provinciale dei Carabinieri, dal Comando Polizia Locale di Orte, dal Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, nonché dalla Regione Lazio, dall’ARES 118 e dalla CRI per i profili di competenza. Rete Ferroviaria Italiana provvederà alla preventiva informativa alla clientela, dell’interruzione del traffico ferroviario sulla linea e nel tratto interessato dalle ore 10:00 e fino al termine delle operazioni di despolettamento. La Società Autostrade per l’Italia provvederà a sospendere la circolazione autostradale sulla A1 tramite la chiusura del tratto Orvieto – Orte ed in particolare dalle ore 09:00 chiusura tratto Orvieto-Orte direzione Sud, dalle ore 9:30 chiusura Orte-Attigliano direzione Nord; chiusura stazione di Attigliano in direzione sud dalle ore 9:15; chiusura delle aree di servizio Giove Ovest e Tevere ovest a partire dalle ore 08:30 e fino a cessate esigenze, segnalando i percorsi alternativi.

 

Il Compartimento Lazio dell’ANAS provvederà, d’intesa con il Comando Polizia Stradale di Viterbo, a sospendere, dalle ore 09:30, la circolazione stradale sul tratto della S.S. 675 posto tra lo svincolo situato al km. 30+850 e lo svincolo al km. 43+700 (Soriano-Chia), fino alla conclusione delle operazioni di despolettamento. Inoltre provvederà alla chiusura di tutte le altre strade statali ricadenti nell’area di interesse.

 

L’ Enel provvederà a disattivare l’erogazione dell’energia elettrica dalle ore 08:30. Enel, Erogasmet , gestore del servizio di fornitura gas, e Telecom Italia S.p.A garantiranno la messa in sicurezza delle infrastrutture di propria competenza, assicurando la predisposizione di squadre di pronto intervento. Presso l’Unità di Crisi saranno presenti, a partire dalle ore 07:30 di mercoledì 26 agosto 2015 qualificati rappresentanti della Prefettura stessa, della Regione Lazio, della Provincia di Viterbo, del 6° Reggimento Genio Pionieri di Roma, del Comune di Orte, della Questura, del Comando Provinciale dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, dei Vigili del Fuoco, della Polizia Stradale, della Polfer di Orte, della ASL di Viterbo, dell’ARES 118, di R.F.I., di ANAS Compartimento Lazio, di Autostrade per l’Italia, di Erogasmet, di Telecom Italia, di ENEL Rete Elettrica e del COTRAL. La cittadinanza è invitata a fornire la più completa collaborazione e la totale disponibilità nei confronti delle autorità impegnate nello svolgimento delle delicate operazioni. Si rammenta che le misure previste sono state adottate al fine di tutelare la salvaguardia della vita umana e della pubblica e privata incolumità.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email