Il primo novembre un giovane cittadino di origini rumene era stato aggredito, a Vetralla, di fronte ad un bar per futili motivi da tre giovani, e subito dopo la brutale aggressione era stato trasportato in ospedale dove aveva avuto una prognosi di 40 giorni, tra l’altro per la frattura della clavicola; l’aggressione avvenuta in pieno pomeriggio aveva destato comunque preoccupazione.

I Carabinieri, raccolta immediatamente la denuncia della vittima, hanno subito iniziato le attività investigative, incrociando i dati telematici e osservando i video delle zone, e raccolti numerosi indizi nei confronti di tre giovani italiani residenti a Vetralla, li hanno denunciati alla Procura della Repubblica di Viterbo.

La Procura della Repubblica concordando con le risultanze investigative della stazione, ha emesso tre ordini di cattura, che i Carabinieri hanno eseguito ieri sera rintracciando i tre giovani, arrestandoli e traducendoli presso le proprie abitazioni in regime di detenzione domiciliare.