I carabinieri della stazione di Vignanello, avendo sospetti da tempo su due pregiudicati del luogo, ritenuti responsabili di vari furti in zona, hanno deciso in accordo con la Procura della Repubblica di Viterbo, di perquisire la loro abitazione, ed in effetti i sospetti si sono rivelati fondati, poiché all’interno della casa dove vivono è stato trovato un borsone pieno di oggetti sacri e 4 abiti talari; a seguito di riscontri investigativi, il materiale rinvenuto è risultato essere quello rubato il 14 settembre presso la chiesa “ san Sebastiano di Vignanello.

I due soggetti sono quindi stati denunciati per ricettazione di materiale risultato oggetto di furto.