ACQUAPENDENTE – I Carabinieri della Stazione di Acquapendente, ieri, hanno tratto in arresto un uomo 23nne, di origine romena, in esecuzione di un ordine di ripristino della detenzione in carcere emesso dall’Ufficio di sorveglianza del Tribunale di Viterbo.

 

Il giovane, che era stato condannato per reati contro il patrimonio commessi in Romania, era stato ammesso alla pena alternativa dell’affidamento in prova ai Servizi Sociali. Durante questo periodo però moltissime erano state le violazioni alle prescrizioni che erano state sempre prontamente segnalate dai militari della Stazione di Acquapendente al Tribunale di Viterbo.

 

Ieri l’Ufficio di Sorveglianza ha emesso il provvedimento di ripristino della detenzione in carcere per l’uomo che è stato prontamente notificato dagli uomini dell’Arma. Dopo le formalità di rito il cittadino romeno è stato tradotto presso la casa circondariale di “Mammagialla” a disposizione dell’Autorità Giudiziaria mandante.

Commenta con il tuo account Facebook