VITERBO – Due ultras appartenenti al gruppo di tifosi della viterbese “Questione di Stile” sono stati arrestati dalla Polizia di Stato nel pomeriggio di ieri, in occasione dello svolgimento dell’incontro calcistico Viterbese Castrense-Sora, disputato allo stadio comunale Rocchi.

 

Si tratta di un ventinovenne e di un trentenne, entrambi destinatari di provvedimenti di DASPO (Divieto di Accesso ai Luoghi ove si Svolgono le Competizione Sportive) che vietavano loro sia l’accesso allo stadio che la presenza nelle aree limitrofe allo stesso.
I due tifosi diffidati, decisi ad assistere alla partita a tutti i costi, si erano introdotti all’interno dell’adiacente Prato Giardino, ieri chiuso con ordinanza del Sindaco di Viterbo, ricavandosi un punto di osservazione a ridosso della recinzione del parco comunale.

 

Il loro movimenti, tuttavia, non sono passati inosservati agli operatori della Polizia di Stato della Digos e della Squadra Volante che, in virtù del capillare dispositivo di sicurezza approntato dalla Questura di Viterbo a tutela del regolare svolgimento della competizione, erano stati dislocati in osservazione lungo tutto il perimetro dello stadio.

 

Colti sul fatto, i due tifosi venivano accompagnati negli Uffici della Questura dove, verificata la sussistenza dei provvedimenti tuttora in atto, venivano tratti in arresto per la violazione del DASPO in attesa del giudizio direttissimo.

 

La partita tra Viterbese Castrense e Sora era stata considerata a rischio in considerazione dell’accesa rivalità tra le tifoserie e, per tale ragione, erano stati disposti a cura del Questore, particolari servizi con l’impiego di una consistente aliquota di personale delle forze dell’ordine .

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email