polizia cellulare

VITERBO – Alcune settimane addietro personale della Squadra Mobile, in sinergia con il Commissariato “Trevi Campo Marzio” di Roma svolgeva rapidi accertamenti investigativi procedendo all’identificazione in questo capoluogo di un soggetto ventunenne residente in Viterbo che alcune ore prima, presso un Pub della Capitale, aveva avvicinato una giovane turista trentunenne palpeggiandola ripetutamente contro volontà rendendosi responsabile del reato di violenza sessuale.

L’A.G., tenuto conto dell’attività investigativa svolta, emetteva un’ Ordinanza di Misura Cautelare – obbligo di dimora in Viterbo nei confronti del giovane che veniva immediatamente eseguita dalla Squadra Mobile.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email