Nel primo pomeriggio del giorno 8.10.2018, al quartiere Carmine, un giovane a volto scoperto ha seguito ed osservato una donna che faceva acquisti all’interno di una tabaccheria, l’ha attesa nei pressi delle auto in sosta e, dopo averla spintonata, si è impossessato di una somma di denaro pari a circa 250,00 euro che teneva in mano per poi fuggire a piedi.
Ma gli uomini della Polizia di Stato della Squadra Mobile – Sezione Reati contro il Patrimonio della Questura di Viterbo, nell’ambito di una costante attività di prevenzione e repressione dei reati predatori, hanno immediatamente avviato le necessarie indagini acquisendo le immagini dei sistemi di videosorveglianza dei limitrofi esercizi commerciali.

Dopo un’attenta visione delle riproduzioni e grazie alla contestuale attività info-investigativa ed al continuo monitoraggio dei pregiudicati locali, gli investigatori hanno individuato in breve tempo l’autore del reato, un uomo di 32 anni, con precedenti specifici, riconosciuto anche della vittima e perciò segnalato all’A.G..

Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Viterbo, si sono concluse nella prima mattinata del 31.10.2018 con l’esecuzione della misura applicativa di custodia cautelare degli arresti domiciliari emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Viterbo nei confronti del rapinatore.

Permane altissima l’attenzione degli investigatori della Squadra Mobile volta a stroncare ogni reato nella provincia di Viterbo.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email