Nell’ambito dei servizi di ordine pubblico operati in occasione degli incontri di calcio delle squadre professionistiche, nella giornata di ieri, gli uomini della Polizia di Stato della divisione polizia anticrimine di Viterbo hanno notificato a 2 tifosi ultras viterbesi un provvedimento emesso dal questore della provincia di Viterbo di aggravamento della misura del divieto di accesso stadi (da.spo.), cui gli stessi erano già sottoposti.

I due tifosi ultras si erano distinti in occasione del derby calcistico “Viterbese – Monterosi Tuscia”, disputatosi allo stadio comunale “E. Rocchi” di Viterbo, in data 8 aprile u.s., allorquando sostando indebitamente davanti allo stadio, in un luogo di afflusso delle tifoserie, contravvenendo un divieto già in atto, lanciavano oggetti pericolosi, nel caso specifico Fumogeni, verso alcuni giornalisti della rai che stavano accedendo all’impianto sportivo e intonando cori offensivi verso le forze dell’ordine impegnate nel dispositivo dei servizi di ordine pubblico.

Oltre a non poter accedere agli stadi e di sostare nelle immediate vicinanze degli impianti spostivi, ai due soggetti pregiudicati è stato inoltre imposto di presentarsi negli uffici della questura ogni volta che gioca la squadra della Viterbese, per 5 anni.  

Articolo precedenteCanepina: concerto dei Cugini di Campagna e solenne processione per Santa Corona
Articolo successivoTuscania Volley, le riflessioni del presidente Pieri e del direttore generale Cappelli