I servizi preventivi di pattugliamento, attuati capillarmente per contrastare i reati predatori, con particolare riferimento ai furti in appartamento, hanno consentito agli uomini della Squadra Volante della Polizia di Stato della Questura di Viterbo, di fermare due ragazze minorenni che stavano tentando di introdursi furtivamente in un appartamento.

Grazie alla collaborazione di un cittadino, che ha segnalato al 113 la presenza sospetta delle due giovani, che si aggiravano nei pressi di un complesso condominiale, nel pomeriggio di ieri gli equipaggi della Squadra Volante intervenivano e bloccavano le due giovani mentre erano intente a forzare la porta di un appartamento posto al piano terra con una tessera magnetica.

Accompagnate in Questura per gli accertamenti di rito, entrambe risultavano essere minorenni, di cui una non imputabile perché minore di 14 anni.

A loro carico però avevano diverse segnalazioni per reati contro il patrimonio e numerosi “alias”. Per una di esse il Magistrato della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Roma ha convalidato l’arresto e disposto che venisse condotta in struttura protetta mentre la ragazza non imputabile è stata affidata ai servizi sociali.

Commenta con il tuo account Facebook