I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Viterbo, durante un servizio perlustrativo per la prevenzione dei reati in genere, e per il controllo del rispetto delle prescrizioni sul distanziamento sociale e sull’obbligo di permanere presso le proprie abitazioni, hanno notato in giro a passeggio un uomo, pregiudicato per reati contro il patrimonio , che si doveva trovare a casa perché previsto dalla normativa sul ‘coronavirus’ e in più doveva essere agli arresti domiciliari. Appena vista la pattuglia l’ uomo ha tentato di non farsi notare, ma i carabinieri lo hanno fermato e fatti gli accertamenti hanno riscontrato che appunto si doveva trovare ristretto  a casa,  quindi immediatamente lo hanno dichiarato in arresto e condotto presso la propria abitazione in ripristino della detenzione domiciliare.