TARQUINIA – Ancora allarme alla foce di Ponente, bonariamente nota come “molo delle Saline”. Stavolta nella lingua di cemento si é aperto un buco di dimensioni veramente importanti, che lascia vedere come l’interno della struttura sia ormai svuotato, ed il mare vi sia entrato erodendola dall’interno. I pezzi di struttura caduti in acqua sono parecchi, e vedendo il tutto dal mare si notano veri e propri buchi alla sua base.

La struttura oggi é teoricamente raggiungibile solo passando da San Giorgio e percorrendo un lungo tratto a piedi sull’arenile, ma è ancora tanta, troppa la gente che ignora l’interdizione e passa dal tratto di spiaggia adiacente il C.A.L.E.: ebbene, l’invito che promulghiamo a tutti, come gruppo Tarquinia Nel Cuore, é quello di rispettare l’ordinanza comunale e non oltrepassare la palizzata realizzata, perché ora più che mai é davvero pericoloso transitare sulla Foce.

Abbiamo contattato di nuovo, con apprensione, vari soggetti della Regione Lazio, tra cui la Direzione Risorse Idriche e Difesa del Suolo, il Presidente Zingaretti ed il consigliere Panunzi.

Abbiamo anche sollecitato più volte a chi di competenza la realizzazione di un ponte alternativo per permettere l’accesso alla spiaggia, ma comunque questo non puó far perdere di vista la necessitá di preservare la Foce di Ponente; anche se ormai sembra che la struttura sia giunta ad un punto di non ritorno, auspichiamo che qualcuno intervenga al piú presto, in tempi brevissimi e certi.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email