In sinergia con lo “Slow Food Village 2022” che mette al centro “I Buoni Frutti della Buona Terra”,  la condotta di Slow Food Viterbo e Tuscia vuole concludere la programmazione ottobrina per il Progetto “La Scuola per Contadini”, con nuove visite in Aziende del territorio e Laboratori davvero unici, imperdibili, dove tutti i nostri sensi saranno messi alla prova.

SAVE THE DATE!!

Il 17 ottobre RACCOLTA DELLE OLIVE presso uno degli oliveti gestiti e recuperati da Pierluigi Presciuttini, del Frantoio Presciuttini. Attualmente il Frantoio gestisce più di 3000 piante in tutta la provincia di Viterbo, recuperate per lo più dall’abbandono, dalle cui olive ottiene pregiati Oli Evo. 

(dalle 15.00). 

Il 20 ottobre LABORATORIO SULL’OLIO EVO. La cultura e la coltivazione dell’olivo in terra di Tuscia, le diverse cultivar.  Interverranno Pierluigi Presciuttini, del Frantoio Presciuttini, che ci racconta il suo “Olio di notte”, Isabella Fazi della Coop. Colli Etruschi di Blera, come la forza di una cooperativa nella cura degli olivi e la qualità dell’olio sono una chiara dichiarazione d’amore e tutela del territorio. Al termine, Maria Laura Nespica, esperto agronomo, giudice sensoriale e valutatrice della dop Tuscia e Canino, ci guiderà nell’assaggio del primo olio novello. (dalle 15.00)

Il 22 e 23 Ottobre siete tutti invitati allo SLOW FOOD VILLAGE 2022, a VALLE FAUL, decima edizione con focus su Agricoltura Sociale e Fiera Agricoltura Biologica, ricca di sorprese, eventi, incontri, laboratori, show cooking, un grande mercato con trenta produttori Bio e un Convegno sull’Agricoltura sociale che accoglierà realtà del territorio e italiane che hanno “a cuore” l’agricoltura buona pulita e giusta. Seguiteci su http://www.slowfoodvillage.it

Il 24 ottobre Torniamo presso “Fattoria di Alice”, alle porte di Viterbo, per approfondire l’attività della Cooperativa Sociale. All’interno del casale, un laboratorio di trasformazione agro-alimentare che realizza confetture, marmellate, sott’oli a marchio Sémina. (dalle 14.30)

Il 27 ottobre LABORATORIO SULL’AFFASCINANTE MONDO DELLE FERMENTAZIONI con CARLO NESLER. Dal 2016 ha fondato a Viterbo la Nesler s.s Agricola, centro di produzione, formazione e  sperimentazione, incentrato sulla trasformazione di materie prime locali con i metodi della fermentazione. Cibi vivi, non pastorizzati. Nesler racconterà come è nata la sua passione per i fermentati, i metodi di lavorazione in azienda, gli alimenti fermentati, e la continua ricerca nell’evoluzione di tecniche antiche. Al termine ci mostrerà come attraverso processi naturali avviene la trasformazione di un prodotto in qualcosa di nuovo conservabile e salutare. (dalle 15.00 alle 17.00)

Le visite e i laboratori sono aperti a tutti gli interessati che vogliano conoscere il territorio e le sue eccellenze. Per le visite in Azienda ci vediamo direttamente lì; i laboratori, invece, si svolgeranno presso i locali Caritas a Viterbo, in via Santa Maria in Volturno, 18. Si consiglia prenotazione: Debora (3335466614) referente Slow Food Viterbo e Tuscia. Non prendete appuntamenti, vi aspettiamo.

La Scuola per Contadini è finanziata dalla Regione Lazio, con capofila la Caritas Diocesana di Viterbo, Associazione Emmaus (in collaborazione con Slow Food Viterbo e Tuscia, Idea2020 e Acli TerraViterbo).

Dettagli sul sito https://www.caritasviterbo.it/scuola-per-contadini/ 

Info e adesioni  [email protected] –  [email protected]

Pagina Facebook “Slow Food Viterbo

Articolo precedenteTeatro San Leonardo, domenica il quarto appuntamento della venticinquesima edizione del festival del Teatro FITA
Articolo successivoGestione piscina comunale, Socciarelli: «Mettiamo un punto su questa inutile polemica»