VITERBO – Venerdì 28 ottobre 2016 si terrà, a Viterbo, la sesta edizione della giornata di studio “Safety Day” organizzata dal Dipartimento di Scienze Agrarie e Forestali (DAFNE) dell’Università degli Studi della Tuscia, Laboratorio di Ergonomia e Sicurezza del Lavoro, in collaborazione con la Fondazione Carivit e SEA Tuscia.

La giornata si terrà nell’Auditorium della Fondazione Carivit, presso il Polo Culturale di Valle Faul.
L’iniziativa si inserisce nell’ambito della Campagna 2016-2017 “Ambienti di lavoro sani e sicuri ad ogni età” promossa dall’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro e il tema della giornata sarà “Promuovere la sicurezza in agricoltura – Sicurezza delle macchine: una chiave per l’innovazione”.L’evento è dedicato allo studio della sicurezza di particolari tipologie di macchine operatrici agricole, semoventi e non, quali ad esempio le mietitrebbiatrici, le vendemmiatrici, le irroratrici semoventi, le falcia-trincia-caricatrici, i carri raccolta frutta, i carri spandiletame, le cippatrici forestali e le rotoimballatrici.

Specifici studi del settore hanno infatti individuato particolari criticità costruttive su queste macchine attualmente in commercio o già in esercizio nelle aziende, che comportano rischi per gli operatori e determinano il verificarsi di un numero sensibile di infortuni gravi o mortali. Le norme tecniche in vigore riguardanti queste macchine non sempre si sono rivelate efficaci per la protezione dei lavoratori, determinandone in alcuni casi il ritiro.

Durante la giornata di studio saranno illustrati, in particolare, i risultati del progetto di ricerca nazionale, coordinato dall’Università della Tuscia, PROMOSIC “Protezione degli operatori di macchine operatrici da schiacciamento, impigliamento e cesoiamento”. Il progetto è stato finanziato dall’INAIL e si pone l’obiettivo di trovare soluzioni atte a rimediare alcune carenze normative e migliorarne il livello di efficienza e di sicurezza.Come nelle precedenti edizioni, che hanno mostrato un successo di partecipanti sempre crescente, saranno presenti esperti del settore provenienti da ambiti istituzionali: in particolare saranno presenti docenti e ricercatori provenienti da sette Università italiane, dal CNR e dal CREA, operatori delle ASL ed esponenti dell’ENAMA e dell’INAIL. La giornata di studio ha ottenuto il patrocinio dell’Associazione Italiana di Ingegneria Agraria, dell’Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali della Provincia di Viterbo, della ASL di Viterbo, dell’ENAMA e delle principali associazioni di categoria agricole.

La partecipazione è libera e gratuita e il programma della giornata è disponibile sul sito www.ergolab-unitus.com.

Francesco Berni

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email