VITERBO – “Al fine di dare un piccolo contributo al dibattito in corso per il rilancio turistico della città di Viterbo in generale, con particolare attenzione al Centro storico, l’ Associazione “Centro di Gravità”, trasmette una serie di punti già approvati da alcuni anni dal comitato direttivo che potrebbero essere utili alla realizzazione di un progetto di rilancio di Viterbo.

Dei 16 punti approvati, in questi ultimi anni si è sviluppato solo in parte il punto 13, grazie all’ organizzazione di “Caffeina Christmas”.

Di seguito verranno inviate una serie di proposte di eventi già pubblicate sul sito facebook #perlacittàdiviterbo.

– 1 Distribuzione più razionale degli eventi:
a) sarebbe opportuno prevedere un evento rilevante al mese fissando quegli eventi che si svolgono nei locali chiusi nei mesi invernali;
b) nei limiti del possibile fissare gli eventi nell’ arco di tempo che va dal 27/28 di ciascun mese ai primi cinque del mese successivo;
c) programmare per tempo gli eventi comunicandoli in forma pubblicitaria nei limiti del possibile.
– 2 Riportare il mercatino degli oggetti usati o mini antiquariato nel quartiere di San Pellegrino, prevedendo un percorso da far attraversare ai visitatori.
-3 Trovare canali economici ed efficaci per attirare il turismo che viene da fuori quali ad esempio mail indirizzate direttamente alle associazioni di cultori dell’ oggetto della manifestazione (es. associazione di jazz per il festival del jazz, associazioni di cultori di giardini e parchi pubblici per “San Pellegrino in fiore” ecc…).
– 4 Interscambio di clientela con le terme prevedendo dei pacchetti di visite guidate per coloro che vanno a fare i trattamenti termali.
– 5 Incremento delle manifestazioni di associazioni vicino alle forze armate.
– 6 Collegamento con le grandi società di crociere al fine di far venire a Viterbo , almeno per un giorno, parte del turisti che giungono a Civitavecchia (primo porto d’ Europa di attracco per le navi da crociera).
– 7 Costituzione di un’ associazione di viterbesi residenti a roma che indirettamente svolgano una funzione di diffusione di tutti gli eventi, nonchè dei prodotti tipici della Tuscia pressoi i cittadini romani e della provincia.
– 8 Valutazione della possibilità di realizzare parcheggi a pagamento nel sottosuolo dei palazzi viterbesi.
– 9 Presepe vivente da svolgere lungo il percorso di San Pellegrino.
-10 Apertura a turno di bar nel centro storico in attesa che il flusso notevole di turisti spinga tutti gli esercizi a tenere comunque aperto.
-11 Pulizia delle fontane e valorizzazione delle stesse tenendo presente che alcuni anni fa sono state oggetto dell’ articolo principale di “Bell’ Italia”.
-12 Apertura di gallerie d’ arte e potenziamento delle botteghe artigiane di qualsiasi genere.
-13 Mercatino invernale dislocato in più piazze e con degli stand architettonicamente validi come quelli che si vedono su “Virgilio” per i mercatini del nord-est d’ Italia.
-14 Ripristino della mostra dell’ antiquariato o nel “Palazzo dei Papi” o comunque in edifici monumentali e storici.
-15 Rilancio della manifestazione di “San Pellegrino in fiore” attivando tutte le energie imprenditoriali e creative del settore: vivai, fioristi, architetti specializzati in giardini e parchi, ecc..
-16 Realizzazione di un campo da golf al fine di invogliare il turismo di coloro che sono soliti andare nei posti dove possono sia giocare che visitare città d’ arte (fenomeno molto frequente per i turisti stranieri)”.

Associazione “Centro di Gravità”