Il mondo del lavoro ha subito un profondo cambiamento nel corso degli ultimi anni. Un cambiamento dettato dalle nuove tecnologie che hanno dato importanti soluzioni alle varie realtà aziendali utili a migliorare la produttività, la competitività e tutti gli altri aspetti fondamentali per la crescita aziendale.

 

Per migliorare questi e altri aspetti della propria azienda, uno dei punti principali è il tracciamento delle presenze. Non a caso le aziende stanno investendo molto sull’utilizzo dei migliori strumenti per la rilevazione presenze che sono fondamentali non solo per quanto riguarda l’organigramma aziendale e la produttività, ma anche per velocizzare le varie fasi burocratiche del reparto amministrativo.

 

Sul mercato esistono diversi strumenti di rilevazione delle presenze che sono piuttosto comodi e versatili. Come ad esempio i tornelli, che permettono l’accesso ad un’area solo a persone autorizzate o dopo un controllo delle loro credenziali.

Nel corso degli anni i tornelli hanno conosciuto uno sviluppo importante ed oggi sono piuttosto diffusi sia a livello aziendale, sia in ambito pubblico, per l’accesso a locali, palestre, piscine, scuole, aeroporti e così via.

 

Sempre di più rispetto al passato, a livello aziendale è fondamentale, come detto in precedenza, avere costantemente il controllo degli accessi e delle presenze all’interno della struttura operativa. Le motivazioni sono varie, a partire dalla necessità di conoscere il numero di soggetti all’interno dell’impianto nel caso in cui sia necessaria l’evacuazione: se si conoscono i numeri è anche più facile gestire le uscite in modo certo e corretto.

 

Grazie all’utilizzo dei tornelli in azienda si hanno numerosi vantaggi anche per chi gestisce le risorse umane, per preparare le paghe e misurare orario di lavoro, ferie, permessi e così via.

 

Oggi i tornelli di ultima generazione sono collegati a software sempre più efficienti che permettono di combinare le credenziali con i metodi di pagamento, nonché di monitorare e limitare l’accesso, rendendoli un potente strumento per attingere ai dati e utilizzarli di conseguenza.

 

Ad esempio, i dati raccolti dai tornelli sul profilo o sul comportamento dei visitatori possono consentire ai gestori degli impianti di prendere decisioni commerciali migliori. Sempre facendo riferimento ai tornelli, questi possono – tra le altre cose – rivelare comodamente le ore di punta o il tempo medio trascorso in un’attività. In questo modo, possono aiutare i facility manager e i dirigenti a comprendere e analizzare il comportamento dei clienti e a migliorare i loro beni e servizi.

 

Inoltre a seconda delle esigenze e delle abitudini è possibile arricchire i tornelli con quasi tutti i tipi di credenziali, compresi badge, codici a barre, codici QR o anche contanti. In particolare, per strutture di grandi dimensioni o ad alto flusso come uffici, biblioteche o stadi, queste soluzioni di ingresso sono ancora oggi considerate il metodo più efficiente per regolare gli accessi.

 

Che si tratti di un gate aeroportuale che può scansionare una carta d’imbarco, o di un bagno pubblico accessibile con una moneta, i tornelli sono la giusta soluzione di accesso per ottimizzare un intenso flusso di persone.

 

Articolo precedenteTarquinia, l’Università Agraria ottiene la riconsegna del Campeggio di Spinicci
Articolo successivoLa Battaglia di Lepanto