Programma straordinario per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie, in corsa il progetto Da Vetus Urbs a Modern City, proposto dal Comune di Viterbo, nell’ambito del bando emanato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri per il finanziamento di circa 17 milioni di euro. C’è però da tenere bene a mente una condizione, quella temporale. È infatti indispensabile rivedere il cronoprogramma dei lavori. Tutte le opere dovranno essere concluse entro il 2023.

Questo in sintesi quanto stabilito nell’incontro dello scorso martedì a Roma, alla Presidenza del Consiglio, dal Gruppo Monitoraggio, a conclusione dell’audizione del sindaco Giovanni Maria Arena e dell’assessore all’urbanistica Claudio Ubertini. La prossima settimana è fissata un’altra audizione, nell’ambito della quale il Comune illustrerà al Gruppo di Monitoraggio il cronoprogramma aggiornato con le nuove tempistiche da rispettare per la conclusione delle opere. “Dobbiamo accelerare i tempi – hanno spiegato il primo cittadino e l’assessore -. E per farlo dobbiamo potenziare il nostro ufficio periferie, istituito appositamente per la realizzazione di questo ambizioso progetto. Un progetto che parte con la precedente amministrazione e che abbiamo dovuto rivedere e rimodulare.

Ad oggi, rientrano nel nostro piano periferie opere come la connessione viaria tra Poggino e la Cassia Nord, all’altezza della ex fiera di Viterbo (zona Oasi), la nuova sede per la società Francigena, la realizzazione di un centro ricerca, la realizzazione di un’area sportiva e di una pista ciclabile che collega il Poggino al quartiere Santa Barbara. Siamo soddisfatti dell’esito dell’audizione – hanno aggiunto il sindaco Arena e l’assessore Ubertini – e apprezziamo la disponibilità mostrata da parte del Gruppo di Monitoraggio. Una volta apportate queste modifiche al cronoprogramma, l’obiettivo per la città di Viterbo diventa concreto e raggiungibile. Ora dobbiamo spingere sull’acceleratore”.

“È un’occasione importante per la nostra città – ha aggiunto il sindaco Arena -. Ricordiamo bene tutto il lavoro portato avanti dall’allora amministrazione Marini per accedere al finanziamento dei progetti Plus nel 2012. Ci troviamo di fronte a una grande opportunità per Viterbo anche questa volta. Massimo impegno anche da parte di questa amministrazione. Sono certo che porteremo a compimento la realizzazione di nuove, importanti e strategiche opere per la nostra città”.

Infine una considerazione dell’assessore Ubertini: “Vista l’importanza di tale progetto, chiediamo l’appoggio dell’intera amministrazione per portare avanti in maniera condivisa tutte le varie fasi, affinchè sia un progetto davvero condiviso da tutti. Ci rivolgiamo pertanto a maggioranza e opposizione affinchè tutti possano dare il proprio contributo alla concretizzazione di questa grande opportunità per Viterbo”. Presente all’incontro anche l’architetto Massimo Gai, dirigente del settore urbanistica del Comune di Viterbo.