ANCE Viterbo, CNA Viterbo e Civitavecchia, Confcooperative Lazio Nord, Federlazio Viterbo
Unindustria Viterbo, APEA Poggino – Teverina scrivono al sindaco di Viterbo ed ai politici che rappresentano la provincia in Parlamento per sensibilizzarli sul Bando periferie.

«Sembra scongiurato il blocco delle risorse del bando per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie. Nonostante non sia stata cancellata la norma relativa al congelamento dei fondi inserita nel disegno di legge di conversione del Decreto Milleproroghe, il presidente del Consiglio, secondo la dichiarazione rilasciata ieri sera dal presidente dell’Anci, si è impegnato per l’approvazione, da parte del governo, entro la prossima settimana, di un decreto per “lo stanziamento di fondi nell’arco di un triennio, sulla base delle effettive necessità dei Comuni”.

Nella Città di Viterbo il previsto stanziamento di 17 milioni e mezzo di euro consentirebbe l’apertura di un grande cantiere per interventi che cambierebbero il volto del quadrante nord, a partire dall’area per gli insediamenti produttivi del Poggino. Si realizzerebbe un pezzo di quella “gigantesca opera di rammendo” che, secondo l’architetto Renzo Piano, è la vera scommessa urbana dei prossimi decenni, con benefici immediati per il tessuto delle micro, piccole e medie imprese di un territorio dove non si registra una ripresa degli investimenti e c’è davvero bisogno di nuove opportunità di lavoro per rianimare l’economia.

Avevamo contribuito, insieme con le imprese, al confronto sulle idee e sui progetti per la partecipazione al bando nazionale e la firma della convenzione tra il Comune di Viterbo e Palazzo Chigi aveva restituito fiducia nella possibilità di lavorare con una visione di lungo respiro per la crescita della Città.

Lo stop alle risorse in sede di conversione del Milleproroghe aveva dunque destato allarme. Il risultato raggiunto con la mobilitazione dell’Anci è importante, ma non ci tranquillizza in alcun modo.

Riteniamo sia urgente la convocazione di un incontro, per concordare insieme un percorso che consenta alla Città di salvare il progetto di riqualificazione urbana e il relativo stanziamento».

 

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email