CIVITA CASTELLANA – L’amministrazione comunale di Civita Castellana informa i cittadini che si possono presentare fino al 21 marzo le domande per le esenzioni e le riduzioni della Tassa sui Rifiuti per l’anno 2016.

 

L’esenzione dal pagamento della Tari si può presentare qualora sussistano le seguenti condizioni:

 

1) le abitazioni non di lusso occupate da famiglie di pensionati ultrasessantacinquenni, che siano proprietari e/o usufruttuari di un unico immobile sul territorio nazionale, il cui reddito del nucleo familiare (anagrafico) non sia superiore al trattamento minimo INPS per ciascuno e che non abbiano altri redditi di qualsiasi natura. Il reddito precedentemente indicato deve essere aumentato di € 2.500,00 annuo per ogni ulteriore componente oltre i due pensionati.

 

2) le abitazioni non di lusso utilizzate da famiglie monoreddito, nel quale il soggetto, unico produttore di reddito, sia proprietario o affittuario di un unico immobile soggetto all’applicazione della tariffa, e si trovi all’inizio dell’anno di riferimento in stato di cassaintegrazione, mobilità o disoccupazione, e con un reddito imponibile dichiarato ai fini IRPEF dell’anno precedente inferiore ad € 7.500,00;

 

3) abitazioni occupate da persone assistite in modo permanente dal Comune o in disagiate condizioni economiche attestate dai Servizi Sociali;

 

4) i locali adibiti ad esercizi commerciali, a pubblici esercizi, laboratori artigianali e ad attività di servizi, ubicati all’interno del Centro Storico, di nuovo insediamento per i primi due anni decorrenti dall’inizio dell’attività.

 

Sono previste riduzioni di diversa entità della Tari qualora sussistano le seguenti condizioni:

 

1) riduzione del 40% per le utenze con uno o più componenti, proprietari o affittuari di un unico immobile soggetto all’applicazione della tariffa, con reddito dichiarato ai fini IRPEF inferiore ad € 10.000,00, incrementato di € 2.500,00 per ciascun figlio minorenne;

 

2) del 25% per le utenze con uno o più componenti, proprietari o affittuari di un unico immobile soggetto all’applicazione della tariffa con reddito dichiarato ai fini IRPEF compreso tra 10.001,00 ed € 15.000,00, incrementato di € 1.500,00 per ciascun figlio minorenne.

 

Le istanze, corredate della documentazione richiesta, dovranno essere presentate improrogabilmente entro il 21 marzo 2016 presso lo Sportello Tari sito in Piazza Matteotti n. 3 – I^ Piano – dove è possibile acquisire informazioni e reperire la relativa modulistica. La modulistica è presente anche sul sito web istituzionale e presso l’URP sito in Via SS. Martiri Marciano e Giovanni n. 4/6.

Commenta con il tuo account Facebook