VITERBO – Non si stanca mai di sperimentare. Fare continuamente ricerca per creare nuove dolci prelibatezze, è, anzi, la sua passione. E la chiave del suo successo, certificato anche dalle due torte (su tre) assegnatele nella prestigiosa guida del Gambero Rosso 2015 Pasticceri & Pasticcerie. Chicca d’Errico è pronta, adesso, con la sua ultima linea di prodotti, ovvero dolci per vegani e per persone con alcune intolleranze alimentari.

 

Domenica prossima, 1 febbraio, alle ore 16,30, la giovane professionista spalancherà dunque le porte della sua pasticceria, l’Etoile di Alice (dal nome della prima figlia), a La Quercia, per un open day dedicato alla presentazione di questa novità. Ma non solo. Nel raffinato e raccolto ambiente di via del Lavatoio 2, Chicca d’Errico, biologa marina e istruttrice subacquea da sempre attratta dall’arte della pasticceria, inviterà a degustare tutte, o quasi, le sue specialità. L’offerta è ampia: paste e pasticcini tradizionali, torte classiche, cake design, biscotteria e delizie a tema. L’Etoile di Alice nasce, infatti, da Alice Sugarland, attività con la quale Chicca d’Errico, che fa parte della squadra CNA, ha debuttato nel 2010. E l’artigiana può vantare un curriculum di tutto rispetto, che comprende collaborazioni con maestri della pasticceria noti a livello internazionale e l’organizzazione di apprezzati corsi di cake design.

 

“Il dolce è un regalo: si crea con il cuore, si gusta con i sensi e suggella momenti felici”, dice d’Errico, che, attenta alla domanda, studia, seleziona con grande cura le materie prime e sorveglia ogni fase del processo di lavorazione e cottura dei prodotti, fino ad accompagnare il cliente nella scelta del dolce.

 

“La pasticceria artigianale, protagonista della nostra tradizione alimentare, è un’arte in costante evoluzione -osserva Luigia Melaragni, segretaria della CNA di Viterbo e Civitavecchia-. Sono ormai elevatissimi i livelli di qualità e specializzazione, certamente grazie al patrimonio di competenze che il settore esprime ma anche allo straordinario amore per il mestiere testimoniato dalle bellissime storie dei nostri artigiani”.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email