VITERBO – L’approvazione del decreto Milleproroghe ha reso ufficiale lo slittamento, al 31 dicembre 2016, del termine entro il quale le Regioni dovranno attivare i programmi di formazione per gli installatori di impianti alimentati da energie rinnovabili. “La proroga è stata resa possibile grazie a un emendamento che, da noi sollecitato per porre rimedio all’inadempienza di numerose Regioni, è stato presentato – dichiara, in una nota, CNA Installazione Impianti – da parlamentari di diversi schieramenti politici”.

 

Da tempo le Regioni avrebbero dovuto attivare i corsi di formazione per installatori FER, con frequenza obbligatoria ai fini del mantenimento della qualificazione acquisita, ma solo quattro Regioni risultano in regola. Si correva dunque il rischio che agli installatori residenti nel territorio di una Regione inadempiente (è il caso del Lazio) potesse essere contestato il lavoro perché non in possesso della qualificazione “conservata” con la partecipazione ai corsi. La proroga era dunque vitale.

 

“Ora – sottolinea CNA – non ci sono più alibi. Si attivino i programmi di formazione entro i termini previsti. Da parte nostra, vi sarà una rigorosa azione di sollecitazione affinché le Regioni assolvano agli obblighi di legge, in modo da evitare che atteggiamenti dilatori possano nuovamente mettere in pericolo l’operatività delle imprese”.

Commenta con il tuo account Facebook