Arredare le stanze di una casa, in particolare la camera da letto, richiede molta cura e attenzione. Non è semplice gestire gli ingombri ed è fondamentale pianificare la presenza di un numero definito di elementi da posizionare all’interno dell’ambiente.

 

È fondamentale non inserire una serie di mobili troppo grandi e poco pratici, perché riducono la funzionalità e rovinano l’estetica dell’ambiente. Ma come bisogna scegliere l’armadio perfetto per la propria stanza? E cosa è necessario valutare durante la scelta di un armadio? In questo articolo troverai la risposta a tutte le domande inerenti all’armadio ideale per una camera da letto.

 

Come scegliere l’armadio perfetto per una camera da letto

 

Prima di aprire un sito online di arredamento e/o andare in negozio, è importante avere sotto mano una piantina della casa con la metratura e dimensioni del perimetro della stanza da arredare e valutare il posto ideale dove inserire gli armadi. Dopodiché è possibile scegliere il negozio di armadi roma, Torino o altre città, dove fare il proprio acquisto.

 

La prima cosa da valutare, dunque, è la grandezza dell’armadio. Un guardaroba molto grande, in una camera piccola, lascia poco spazio per un letto e appesantisce l’ambiente, rendendo la stanza poco vivibile e confortevole. Mentre, un armadio troppo piccolo inserito in una camera da letto molto grande rende l’ambiente anonimo e spoglio.

 

Anche la profondità e l’altezza fanno la differenza durante la scelta di un armadio. In commercio ci sono armadi con una profondità standard di 60 centimetri, mentre la lunghezza varia in base ai modelli.

La lunghezza più piccola per un armadio varia dai 160 ai 240 cm, mentre per gli armadi grandi che fungono anche come ripostiglio, è possibile arrivare fino a 3 metri di lunghezza.

 

L’altezza deve essere valutata in base all’altezza della stanza, le dimensioni richieste per legge, di una camera da letto, prevedono almeno 270 centimetri dal soffitto al pavimento. La scelta ideale dovrebbe ricadere su un armadio che sia distante dal soffitto almeno 20 centimetri.

 

Le tipologie di armadio: vantaggi e svantaggi

 

L’ armadio con ante a battente è il tradizionale armadio che prevede due ante per ciascun elemento. È possibile aprire contemporaneamente le due ante e le maniglie rappresentano l’elemento decorativo del mobile. Tuttavia, le ante sono fissate con cerniere metalliche e la loro apertura è verso l’esterno, quindi occupano un ulteriore spazio.

 

L’armadio con le ante scorrevoli, invece, rappresentano una tipologia di armadi moderni dove la fase di apertura e chiusura diventa più pratica e non si assiste ad un ingombro di spazio, lasciando quindi uno spazio sufficiente al letto e al passaggio nella stanza. Di contro, però, c’è lo scorrimento di un’anta che permette l’apertura di un lato alla volta.

 

Poi c’è l’armadio con ante complanari, un sistema avanzato costituito da ante scorrevoli che in fase di chiusura restano sullo stesso piano e offrono vantaggi sia in termini di spazio che di tempo.

 

Infine, si può scegliere per un armadio a vista quando si vuole eliminare l’ingombro delle ante e per chi adora ammirare i vestiti tutto il giorno. Chi ha tanti vestiti può scegliere il must di ogni donna, la cabina armadio, che necessita di un apposito spazio o di un’apposita stanza collegata alla camera da letto.