VITERBO – Si terrà oggi, venerdì 8 maggio, alle 15, presso la splendida Sala Regia del Comune di Viterbo, l’evento organizzato da Confartigianato per la presentazione del libro “Superare il latifondismo finanziario”. Scritto dal noto giornalista Corrado Tocci, il volume prende spunto dalle politiche governative e dalle riforme in discussione in Parlamento e cerca di immaginare il tipo di impatto che avranno in una società italiana che negli ultimi cinquanta anni ha subito una serie di trasformazioni repentine e non omogenee a livello nazionale.

 

«Partendo dalla necessità di creare lavoro – spiega Stefano Signori (foto), Presidente di Confartigianato Imprese di Viterbo – l’autore ripercorre tutta una serie di avvenimenti che hanno trasportato l’occupazione in Italia, dall’agricoltura all’industria, al terziario, all’occupazione di emergenza nel sistema pubblico, mettendo in evidenza come l’artigianato era il settore che garantiva occupazione vera, soprattutto per i giovani».

 

Politiche non appartenenti alla nostra tradizione culturale hanno affossato il settore dell’artigianato non volendo riconoscere la sua specificità e peculiarità. Ulteriore danno è stato arrecato dalla politica bancaria non più al servizio dei cittadini e delle imprese, ma ripiegata su alchimie burocratiche tendenti a favorire la finanza e la speculazione. Leggendo attentamente il volume ci si rende conto della volontà dell’autore di evidenziare la necessità che i vari territori, nel rispetto della loro vocazione socio-economica e delle loro tradizioni, si riapproprino del proprio destino e di quello dei loro figli scegliendo di avviare attività rispettose di quell’antropologia umana che ci ha sempre contraddistinto come Paese Italia.

 

«Corrado Tocci – continua il Presidente – nel suo libro afferma “come cristiani abbiamo il grande dono della fede che ci fa essere ottimisti e ci induce a ricercare sempre il meglio anche nelle situazioni peggiori”. In quanto Associazioni di categoria abbiamo il dovere di sostenere gli artigiani e di difendere “il patrimonio umano, culturale ed economico” italiano, rendendo protagoniste le economie locali e valorizzandone le peculiarità artigianali». La presentazione, aperta al pubblico, si terrà oggi, venerdì 8 maggio, presso la Sala Regia del Comune di Viterbo. Per info contattare il numero 0761 33791

Commenta con il tuo account Facebook