«Informiamo i nostri associati e le aziende del territorio che è possibile presentare le domande per il nuovo Bando di fondo futuro sino al 30/10/2019.

Destinatari dell’Avviso sono le Microimprese, inclusi i Titolari di partita IVA, che per condizioni soggettive e oggettive si trovino in situazioni di difficoltà di accesso ai canali tradizionali del credito.

Il requisito dimensionale (Microimpresa) deve essere mantenuto fino alla concessione del finanziamento agevolato (provvedimento di concessione).

La difficoltà di accesso ai canali tradizionali del credito è verificata in sede di istruttoria della domanda in capo all’Impresa richiedente, al Titolare, in caso di ditta individuale e di Titolare di Partita IVA, a tutti i soci e al Legale Rappresentante in caso di società; in caso di imprese costituende il requisito è verificato in capo al Promotore e ai futuri altri soci che devono essere
già individuati e non possono essere modificati in sede di costituzione, pena la revoca della concessione.

I Destinatari devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

– imprese costituite e già operanti, oppure “costituende”, ossia che alla data di presentazione della domanda non sono ancora costituite e iscritte al Registro delle Imprese;

– titolari di Partita IVA che alla data di presentazione della domanda abbiano già richiesto e ottenuto la Partita IVA;

– Localizzazione: i richiedenti devono avere, o aprire al massimo al momento dell’erogazione, almeno una Sede Operativa nel territorio della Regione Lazio, che sia censita nel Registro delle Imprese Italiano; in caso di titolari di Partita IVA, deve risultare nel territorio della Regione Lazio il Domicilio fiscale, desunto dal modello dell’Agenzia delle Entrate
“Dichiarazione di inizio attività, variazione dati o cessazione attività ai fini IVA”;

– forma giuridica: società cooperative, società a responsabilità limitata (Srl) o società a responsabilità limitata semplificata (Srls – DL 76/2013), società di persone e ditte individuali, titolari di Partita IVA, anche non iscritti ad albi professionali;

– settore di appartenenza: sono ammessi i Destinatari operanti in tutti i settori, ad esclusione della produzione primaria di prodotti agricoli, e ferme restando le altre esclusioni previste dal bando. I richiedenti devono inoltre possedere i requisiti generali di ammissibilità riportati Reddito ISEE 2019, riferito all’anno fiscale 2018: l’importo da indicare è il reddito ISEE del titolare in caso di imprese individuali (ditte individuali, titolari di partita IVA) ovvero il reddito ISEE più alto fra quello di tutti i soci dell’impresa richiedente.

In caso di impresa da costituire, si fa riferimento al reddito ISEE del Promotore. Il valore deve risultare dalla documentazione rilasciata dall’INPS; alla domanda deve essere allegata tale documentazione con riferimento ad ogni soggetto sopra indicato.
Anzianità dell’impresa: il dato da indicare è la data di inizio attività risultante sul sito dell’Agenzia delle Entrate – servizio “verifica partita IVA” con riferimento alla Partita IVA dell’impresa richiedente o del titolare di Partita IVA).

In caso di impresa non ancora costituita alla data di presentazione della domanda, è attribuito un punteggio pari a 18 punti
Numero di occupati: Il dato è rilevato dalla ricevuta rilasciata dall’INPS relativa all’ultima dichiarazione UNIEMENS antecedente la data di presentazione della domanda;

Premialità soggettive: ad ogni premialità soggettiva sono attribuiti 5 punti, ma nel complesso possono essere riconosciuti al massimo 10 punti, combinando la presenza di due o più premialità.

Qualsiasi altra informazione è reperibile dal sito www.lazioinnova.it
PER OGNI INFORMAZIONE E ASSISTENZA A SUPPORTO RIVOLGERSI A CONFIMPRESE VITERBO VIA GARGANA 40 01100 VITERBO MAIL: [email protected] sito www.confimpreseviterbo.it tel 0761/326210 0761/1702960.»

Commenta con il tuo account Facebook