Il concetto è stato ribadito da Fabio Tozzini, direttore commerciale di Unicop Tirreno, e Marco Lani, presidente Unicoop Tirreno, che hanno pubblicizzato la eliminazione degli articoli in plastica usa e getta sostituiti con alternative in salvaguardia dell’ambiente.

Hanno espresso il loro plauso all’iniziativa sia Daniela Donetti, Direttore dell’Asl VT, che l’assessore Alessia Mancini.
Quindi da oggi i supermercati Coop del Lazio non venderanno più articoli usa e getta di plastica. Piatti, bicchieri, posate, cannucce e tanti altri oggetti monouso in plastica (spesso non riciclabile) che saranno sostituiti con alternative riutilizzabili e articoli monouso prodotti però con materiali compostabili (legno di betulla, cellulosa, fibra di canna da zucchero, mais, etc.).

Una decisione importante che in un solo anno eviterà l’immissione nell’ambiente di ben 22 milioni di pezzi di plastica usa e getta (per il 70% piatti e bicchieri) equivalenti a oltre 400mila confezioni (dati vendite anno 2018).

L’iniziativa segue la sostituzione delle casse per il pesce in polistirolo usa e getta con casse in plastica riutilizzabile e si inquadra nel pacchetto di azioni che Coop da tempo sta realizzando in tutta Italia.

Sul monouso per esempio già sostituiti diversi prodotti in plastica tradizionale con materiali biodegradabili e compostabili.

Lo stop alla plastica monouso di Coop anticipa in concreto la direttiva con cui la UE, dal 1° gennaio 2021, metterà al bando in Europa alcuni oggetti di plastica monouso (il 70 % dei rifiuti marini).