VITERBO – Confartigianato imprese di Viterbo organizza il corso di aggiornamento per addetti alla conduzione di gru su autocarro e di macchine movimento terra: in programma per sabato 7 marzo 2015, il corso è riservato a operatori che abbiano conseguito la formazione prima del 12 marzo 2013.

 

L’Accordo Stato Regioni 22 febbraio 2012, in vigore dal 12 marzo 2013, ha individuato le attrezzature che richiedono specifica abilitazione – tra cui le gru su autocarro e macchine movimento terra (pale caricatrici frontali, escavatori, terne, escavatori a fune, autoribaltabili a cingoli) – nonché la durata, i contenuti e le modalità di svolgimento dei percorsi formativi.

 

Gli operatori che hanno già ricevuto una formazione parziale prima del 12 marzo 2013, per completare la stessa e allinearsi alle disposizione dell’Accordo devono frequentare il modulo di aggiornamento da 4 ore entro 2 anni dall’entrata in vigore del provvedimento, ovvero entro il 12 marzo 2015. Successivamente, invece, sarà sufficiente frequentare il solo aggiornamento quinquennale.

 

Per consentire alle imprese di operare regolarmente, Confartigianato imprese di Viterbo, in qualità di soggetto formatore abilitato, ha in programma per il prossimo 7 Marzo 2015 un corso di aggiornamento per addetti sia alla conduzione di gru su autocarro che di macchine movimento terra, rispondenti alle disposizioni dell’Accordo Conferenza Stato Regioni del 22/02/2012 ed ai sensi del art. 73 del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.

 

Ricordiamo che l’aggiornamento obbligatorio per gli operatori che hanno già una formazione pregressa, effettuata prima del 12 marzo 2013, riguarda anche tutti coloro che lavorano con altre particolari attrezzature e macchine, qui di seguito l’elenco completo:
– carrelli elevatori semoventi frontali, telescopici e rotativi;
– piattaforme elevabili (PLE) in quota con e senza stabilizzatori;
– gru a torre a braccio orientabile;
– gru per autocarro;
– trattori agricoli o forestali (per questi il termine è differito);
– macchine movimento terra: pale caricatrici frontali (> 45 q.li), escavatori (> 60 q.li), terne, escavatori a fune, autoribaltabili a cingoli (> 45 ql.i);
– pompe da calcestruzzo

 

Le aziende interessate, per non perdere i requisiti, sono invitate a prendere contatti con l’Ufficio Ambiente & Sicurezza ai n. 0761 337942 – 12

Commenta con il tuo account Facebook