VITERBO – Il patrimonio termale di Viterbo rappresenta un’eccellenza italiana che merita di ricevere un’attenzione superiore a quella avuta fino ad oggi. La nostra città potrebbe infatti vivere dei frutti che il termalismo potrebbe generare se incoraggiato dalle istituzioni.

Una buona gestione ed un piano di sviluppo delle risorse termali cittadine creerebbero un indotto che gioverebbe tanto alle imprese private quanto al comune. La riapertura delle Terme Inps ed il sostegno alle realtà termali esistenti generebbero infatti nuovi posti di lavoro. Nonché sviluppo del turismo e di tutte le realtà ad esso connesse con un importante ritorno positivo per tutta la città e per tutti i viterbesi.

È con entusiasmo che a tal fine ho presentato agli altri colleghi in parlamento la mia volontà di costituire un intergruppo parlamentare. Finalizzato allo sviluppo e la valorizzazione del termalismo in Italia.

Viterbo ed altre provincie del nostro Paese, ricco d’acqua, di sorgenti e di città termali meritano attenzione da parte delle istituzioni. Che devono impegnarsi nello sviluppo e nella valorizzazione delle stesse, considerato anche il ruolo che il termalismo svolge non solo in ambito turistico ma anche in quello terapeutico.

L’ambizione della mia proposta di costituzione del suddetto intergruppo di lavoro consiste nel voler creare uno strumento di incontro ed elaborazione di idee e proposte che abbiano l’obiettivo di valorizzare i territori termali. E che possa essere allo stesso tempo un collegamento tra amministrazioni, società civile e parlamento.

È per questo che invito tutti voi che leggete ad offrirmi il vostro contributo in termini di idee e proposte. Per far sì che si possa veramente dare inizio ad uno sviluppo concreto del nostro patrimonio termale.

Commenta con il tuo account Facebook