«Finalmente il 1° giugno ristoranti, bar, pizzerie, pub e cocktail bar potranno riaprire a pieno regime. Mancano ormai tre giorni e ciò avverrà grazie anche alle battaglie e ai confronti istituzionali di MIO Italia, associazione di categoria sorta circa un anno fa proprio per tutelare i piccoli imprenditori sacrificati a vantaggio delle grandi catene internazionali che stanno distruggendo il made in Italy, cioè il vanto principale del nostro paese ai fini turistici. È stato un anno durissimo per il comparto dell’ospitalità a tavola, che sta contando i suoi “caduti”. I sopravvissuti dal fallimento dovranno rimboccarsi le maniche e affrontare quella che sarà comunque un’estate molto difficile». Lo ha dichiarato Paolo Bianchini, presidente dell’associazione di categoria MIO ItaliaMovimento Imprese Ospitalità.

«In questo senso, l’auspicio è che gli italiani visitino anche le perle considerate minori, oltre alle mete dei grandi flussi turistici, dando una mano all’intero  comparto enogastronomico, alle eccellenze del territorio, ai piccoli produttori della filiera dell’indotto che fanno grande il made in Italy».