VITERBO – Confermato, a favore dell’autotrasporto merci conto terzi, l’importo dello scorso anno per le deduzioni forfetarie di spese non documentate relative al periodo d’imposta 2016: parliamo di 51 euro per i trasporti oltre il comune in cui ha sede l’impresa e di 17,85 euro per quelli effettuati all’interno del comune in cui è fissata la sede. A darne notizia, è la CNA di Viterbo e Civitavecchia, i cui servizi fiscali e tributari garantiscono consulenza e assistenza alle imprese interessate.

La comunicazione dell’Agenzia delle Entrate su questa misura è arrivata dopo il via libera del Ministero dell’Economia, che nei giorni scorsi era stato sollecitato dalla associazioni di categoria, preoccupate per il ritardo nell’ufficializzazione delle deduzioni.

Adesso è finalmente sbloccato lo stanziamento di 70 milioni di euro.

Gli autotrasportatori potranno altresì recuperare nel 2017, fino a un massimo di 300 euro per ciascun veicolo, le somme versate nel 2016 quale contributo al Servizio Sanitario Nazionale.

Le imprese che, considerata la fase di incertezza,  avessero effettuato i versamenti entro il 30 giugno senza tenere conto delle deduzioni forfetarie, possono recuperare le eventuali maggiori imposte versate, tramite compensazione nel modello di versamento F24.

Info: Area Fiscale e Tributaria della CNA, a Viterbo in via I Maggio 3 (telefono 0761.2291, numero verde 800-437744); a Civitavecchia in via Palmiro Togliatti 7 (0766.542213). www.cnaviterbocivitavecchia.it.

Commenta con il tuo account Facebook