Il 2020 è stato per molti versi un anno complesso per tutti i cittadini ma anche per molte aziende. Oggi vari nodi sono arrivati al pettine ed è giunto il momento di sbrogliarli. Fortunatamente le aziende hanno a disposizione diversi strumenti per migliorare la propria situazione. Anche perché, soprattutto in Italia, siamo in forte ritardo per quanto riguarda l’utilizzo di una lunga serie di innovazioni. Puntare sull’utilizzo di tali innovazioni può sicuramente essere un’attività di forte impatto, anche e soprattutto per quelle PMI che sono state particolarmente colpite dalla crisi correlata al Covid 19.

Innovare con software gestionali migliori

Uno dei principali punti su cui le imprese italiane sono in ritardo è quello dell’utilizzo di software gestionali di ultima generazione. Purtroppo sotto questo punto di vista sono soprattutto le piccole e medie imprese ad essere in affanno. Spesso parte dell’attività di gestione delle aziende si effettua già per via informatica, utilizzando però strumenti poco performanti, o addirittura inadeguati. Eppure le soluzioni informatiche oggi disponibili sul mercato sono poco costose, molto efficienti e semplici da implementare nel lavoro quotidiano. Il software gestionale ERP proposto da weclapp è un buon esempio di ciò di cui stiamo parlando; permette infatti di gestire al meglio l’azienda, anche una PMI, automatizzando e ottimizzando i processi e aumentando efficienza e produttività. In passato questo tipo di software era progettato e pensato quasi esclusivamente per le grandi realtà, sia per quanto riguarda l’apprendimento dell’uso quotidiano, che per il costo medio. Oggi invece questi software sono pensati per gestire anche piccole realtà, utilizzando il cloud e avendo a disposizione tutte le funzioni necessarie per gestire il proprio business.

Computer online

La digitalizzazione

Un altro passo fondamentale da compiere per una buona fetta delle imprese italiane riguarda l’implementazione di una più ampia digitalizzazione. L’uso di software gestionali è solo una parte del concetto di digitalizzazione. Altri passi importanti riguardano lo sviluppo dello smart working e dei canali di comunicazione digitali oggi disponibili, lo sfruttamento dei canali digitali per le vendite, approfittare degli strumenti digitali per la promozione e la vendita dei propri prodotti. Sono tutti ambiti all’interno dei quali in Italia si registra un forte ritardo. Per il futuro è possibile però evidenziare non solo che ormai i tempi sono maturi per avviare una vera e propria digitalizzazione anche in Italia, ma anche che ad oggi sono disponibili fondi di varia natura, volti proprio a favorire la trasformazione digitale. Opportunità che non necessariamente si ripeteranno in futuro, di cui le PMI devono approfittare appena possibile.

La capacità di innovare

Questo è un altro punto chiave, su cui la gran parte delle aziende deve ragionare nel prossimo futuro. L’innovazione passa anche attraverso una maggiore attenzione alla sostenibilità ambientale, un tema sempre più caldo, che lo diverrà ancora di più con il passare degli anni. Un’impresa sostenibile lo deve però essere non solo per l’ambiente, ma anche per la società e per il mondo economico. I passi che le PMI sono chiamate a fare in questo senso sono molteplici, ma di certo porteranno rapidamente i propri frutti.