La canapa, ovvero la cannabis sativa, è una pianta che ha subito negli anni l’influenza di una cattiva reputazione e di moltissimi pregiudizi, che soprattutto nel mondo occidentale ne hanno limitato l’usoe. In realtà essa è stata una validissima alleata dell’uomo per migliaia di anni e proprio negli ultimi tempi essa è stata profondamente rivalutata grazie a moltissimi studi effettuati sui suoi benefici e le sue proprietà.

Essa è infatti utilizzabile in medicina, in ambito di energia pulita, come fibra tessile e anche nel campo della nutrizione. Alla luce di questa rivalutazione della cannabis sativa, molti prodotti da essa derivati vengono venduti sia in negozi fisici che in shop online, ad esempio gli oli, i bsf seeds su Sensoryseeds e molti altri articoli che le persone stanno lentamente inserendo nelle loro vite, superando i preconcetti vecchi di secoli.

In questo articolo parleremo in particolar modo dei semi di canapa, che sono appunto i semi di questa pianta e sono considerati praticamente dei super alimenti. Questo è dovuto al fatto che i valori nutrizionali di questi semi sono veramente sorprendenti, superiori in media a moltissimi altri vegetali.

Quindi la risposta alla domanda che fa da titolo a questo articolo è semplice e immediata: sì, i semi di canapa sono un cibo salutare, e nei prossimi paragrafi spiegheremo come mai e come introdurli nella nostra dieta.

I benefici dei semi di canapa

I principali benefici dei semi di canapa sono legati all’alto contenuto di proteine al loro interno, e in particolar modo di amminoacidi essenziali, tutti e otto per l’esattezza. Cosa sono questi amminoacidi essenziali e perché si chiamano così? 

Questi sono amminoacidi di cui il nostro corpo hanecessariamente bisogno per sintetizzare le componenti cellulari (da qui il nome essenziali), ma non sono presenti nel nostro organismo né questo può autonomamente produrli da zero. Per questo devono essere per forza introdotti con la dieta e mangiando semi di canapa regolarmente possiamo sopperire facilmente a questo bisogno.

I semi di canapa sono inoltre ricchi di acidi grassi, in particolaredi omega 6 e omega 3, i quali insieme alla vitamina E (anch’essa presente in grande quantità in questi semi) hanno un alto potere antiossidante e antiinfiammatorio.  Tra le altre cose questi acidi grassi sono presenti nella giusta proporzione, ovvero di 3 a 1 in favore dell’omega 6, e questo rende ancora più ottimale la loro azione.

Un altro importantissimo componente dei semi di canapa sono le fibre. Queste permettono di garantire una buona digestione, un ottimo transito intestinale e di mantenere pulito l’apparato digerente favorendo anche l’assorbimento dei nutrienti da parte di quest’ultimo. Questa è una buona forma di prevenzione contro le malattie dell’apparato digerente come ad esempio i tumori.

Altri importanti nutrienti contenuti nei semi di canapa sono ad esempio il calcio, ottimo per le ossa e di conseguenza buon alleato per combattere l’osteoporosi o le carenze di questo minerale; il magnesio, che aiuta a equilibrare il ritmo sonno veglia; il GLA, che aiuta a combattere la sindrome premestruale e la menopausa, andando ad agire sui sintomi sia fisici che psicologici di queste condizioni. Inoltre sono poveri di sodio.

Come assumere i semi di canapa

Ci sono diversi modi per mangiare i semi di canapa. Innanzitutto,questi possono essere consumati anche così come sono ed hanno un piacevole gusto simile alle nocciole. Possono essere messi in insalate, muesli o altre ricette, oppure lavorati per ottenere altri prodotti, come ad esempio oli o farine. Con questi, una volta mischiati ad altre farine, si possono realizzare prodotti da forno sia dolci che salati, pizze, focacce, pasta e tanto altro.

Dato che, come abbiamo detto in apertura, questi semi vengono da una lunga tradizione orientale, li ritroviamo in molte ricette tipiche dell’est del mondo. Infatti un alimento tipico che si può realizzare con i semi di canapa è l’Hemp-fu, molto simile al tofu. Li troviamo inoltre nella composizione del Shichimi, un insieme di spezie e aromi della tradizione culinaria giapponese. Questo ha un tipico colore arancione e un gusto simile ad un peperoncino molto aromatizzato.

Dove trovare i semi di canapa? Conviene comprarli?

I semi di canapa possono essere acquistati in diversi punti vendita. Si hanno sicuramente più probabilità di trovarli nei negozi chevendono prodotti naturali e biologici, ma sono reperibili anche in erboristeria e in alcuni supermercati più forniti. E, come già detto, questi sono disponibili su molti shop online. L’importante è assicurarsi che questi prodotti siano naturali e possibilmente biologici.

Alla luce di quanto detto fino ad ora introdurre i semi di canapa nella propria dieta sembra essere conveniente, anzi, decisamente salutare. Ovviamente anche il resto della dieta deve essere sana e bilanciata e di conseguenza è sempre meglio rivolgersi a un medico o ad un nutrizionista che sia in grado di dare consigli specifici a riguardo.

In ogni caso gli effetti avversi di questo super-alimento sono praticamente nulli, quindi non esiste nessuna controindicazione che ci possa far dire che non sia conveniente assumerli (a parte per condizioni in cui i semi sono sconsigliati a prescindere di qualsiasi tipo essi siano, ad esempio nella diverticolite).