TARQUINIA – Prosegue a gonfie vele la collaborazione tra l’IIS “Vincenzo Cardarelli” di Tarquinia e il Corpo Forestale dello Stato, nell’ambito del progetto nazionale “Chef della Natura” al quale prende parte l’indirizzo di “Agraria, Agroalimentare e Agrindustria” dell’istituto.

 

Si è svolto, infatti, nei giorni scorsi presso l’aula magna un seminario tenuto da esperti del “nucleo antisofisticazione” del CFS, che ha trattato in particolare le frodi alimentari nel settore della produzione dell’olio di oliva e, più in generale, la sofisticazione di tutte le altre produzioni alimentari. Gli studenti del primo anno, accompagnati dai docenti del corso, hanno seguito con particolare interesse sia le lezioni teoriche, tenute dal commissario Capo Lando Desiati, dal revisore Leandro Orlandi del nucleo antisofisticazioni del CFS e dal revisore Vania Cima dell’Ufficio per la Biodiversità di Roma, sia la parte pratica, che ha previsto assaggi dimostrativi della qualità dell’olio di oliva e di altri alimenti.

 

All’incontro erano presenti anche il vice sovrintendente Fabio Fiorelli, l’assistente capo Valerio Finori e l’assistente Alfredo Cea, della Riserva Naturale delle Saline di Tarquinia. «Per noi è stato molto interessante, – dichiarano gli studenti – perché quanto abbiamo appreso è di fondamentale importanza non solo per il nostro corso di studi ma nella vita di tutti i giorni. Sicuramente, da oggi in poi, penseremo con maggiore consapevolezza alla produzione degli alimenti e leggeremo con più attenzione le etichette dei cibi». L’incontro s’inserisce nel percorso iniziato a settembre per la partecipazione al progetto nazionale di educazione ambientale dal titolo “Gli Chef della Natura”, collegato al tema dell’EXPO 2015 “Nutrire il pianeta, energia per la vita”.

 

«Ancora una volta desidero ringraziare il CFS per il prezioso sostegno dato alla nostra scuola. – afferma la dirigente scolastica Laura Piroli – Si tratta di una collaborazione importante che, assieme ad altre iniziative in corso di organizzazione con il referente Odoardo Basili, arricchisce l’indirizzo di “Agraria, Agroalimentare e Agrindustria” con attività di alto livello. Anche quest’anno abbiamo riscontrato un grande interesse per questo indirizzo di studi nei ragazzi che escono dalle scuole medie di tutto il comprensorio e persino di altre province. Questo progetto con il CFS consente un collegamento diretto con EXPO 2015 e ogni attività svolta si concretizzerà, infine, in pagine web che i ragazzi stessi cureranno, integreranno e svilupperanno nei prossimi anni».

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email