Si è svolto questa mattina a Roma l’incontro tra i vertici dell’azienda Cotral Spa e una delegazione di Sindaci e Assessori del viterbese (Farnese, Canepina, Vallerano, Canino, Capranica) coadiuvati dal consigliere regionale Enrico Panunzi, per discutere le criticità del servizio di trasporto scolastico nella Tuscia generate della emergenza Covid-19.
L’ottemperanza delle misure di sicurezza, richieste per contrastare la diffusione del Covid-19, ha comportato una riduzione del limite di capienza dei bus con un conseguente disagio per i cittadini che, quotidianamente, viaggiano sulle linee Cotral.

I partecipanti hanno messo a fattor comune problematiche relative al servizio, criticità organizzative e intenti di miglioramento per raggiungere un punto di incontro, con spirito di cooperazione e piena condivisione di una tematica chiave per il nostro territorio.
Nell’incontro, in cui la Provincia di Viterbo si è posta come punto di raccordo tra le parti, si è sottolineata la necessità di un servizio in grado di garantire i collegamenti con le strutture scolastiche.
Dal confronto è emerso come i problemi siano imputabili a fattori di diversa natura e che l’azienda si impegnerà a superarli a nel giro di 10 giorni, anche con la collaborazione del servizio integrativo finanziato della Regione Lazio.
L’incontro di oggi fa seguito ad un percorso di cooperazione da tempo intrapreso con l’azienda Cotral Spa, che si era già resa disponibile all’ascolto, grazie all’interessamento del consigliere regionale Enrico Panunzi.
Un impegno che dimostra come, quando le diverse realtà coinvolte lavorano nella stessa direzione mettendo da parte polemiche e contrasti, sia possibile raggiungere una volontà condivisa per dare risposte concrete al territorio.