«Parte il primo novembre, per concludersi entro il 31 dicembre, il progressivo trasferimento dalle ASL della Regione Lazio all’INPS delle competenze per il primo accertamento dei requisiti sanitari in materia di invalidità, cecità e sordità civile, handicap e disabilità.

I cittadini che chiedano il riconoscimento dell’invalidità civile a partire dal 1° novembre saranno quindi convocati a visita presso le sedi provinciali INPS di Latina, Rieti e Viterbo.

L’intero iter di accertamento dell’invalidità civile, sia per i profili sanitari che per quelli amministrativi, – spiega Odoardi Donatella, responsabile SERVIZI COLLEGATI A REQUISITI SOCIO SANITARI, Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Viterbo – verrà quindi curato in via esclusiva dall’INPS, in attuazione della convenzione stipulata lo scorso dicembre tra l’Istituto di previdenza e Regione Lazio, che estende a tutto il territorio regionale il modello già sperimentato con successo presso le sedi di Frosinone e Cassino.

Il nuovo assetto di competenze offrirà, a regime, l’opportunità di realizzare un significativo innalzamento dei livelli di servizio, a partire dalla riduzione dei tempi di attesa per la definizione degli accertamenti».

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email