Per tutte le festività, fino all’Epifania, speciali visite guidate alla Viterbo Sotterranea

Per tutta la durata delle festività, fino al giorno della Befana, il centro turistico Tesori d’Etruria e la sua Viterbo Sotterranea continueranno a regalare forti emozioni a grandi e piccoli con speciali visite guidate alla scoperta delle magie della Città etrusca e medioevale e di ben due percorsi underground. Esperte guide turistiche sono pronte a trasportare bambini e genitori nel fantastico mondo dell’immaginario, in un viaggio lungo oltre 3000 anni.

Nel giorno della Befana la Viterbo Sotterranea ha in serbo anche sorprese golose e divertenti formato famiglia. Domenica 6 gennaio, infatti, agli ospiti in visita ai sotterranei di Tesori d’Etruria, verranno offerte degustazioni di dolci prodotti delle terre etrusche.

Inoltre, per tutti i visitatori che verranno vestiti da befane e befanoni, la visita a Viterbo Sotterranea sarà completamente gratuita.

E’ un’ottima occasione per trascorrere la festa della Befana con la propria famiglia alla scoperta dei segreti sotterranei della città etrusca, accompagnati dai racconti delle guide turistiche di Viterbo Sotterranea; una visita che conduce alla scoperta di questi magici luoghi.
Tutti i giorni sarà anche possibile partecipare ad ammalianti tour nel meraviglioso centro storico di Viterbo, l’etrusca Surna, che fino al 6 gennaio sarà pure animato dalle ambientazioni da favola del Caffeina Christmas Village.

Tra le tante attrazioni da visitare, anche nel giorno dell’Epifania, da non perdere la spettacolare Viterbo Sotterranea che quest’anno offre al pubblico una grande novità: oltre al classico percorso underground, si apriranno anche le porte del nuovo percorso monumentale. La Viterbo Sotterranea si è infatti arricchita recentemente di un ulteriore e straordinario circuito ipogeo, sito in via Chigi, che emoziona e stupisce non solo per la grandezza degli spazi ma anche per la suggestione che questi evocano grazie alla loro antica storia.

Dai cunicoli etruschi a quelli medioevali, dai rifugi della seconda guerra mondiale allo “studiolo” realizzato all’epoca dai tombaroli, dal “butto medioevale” alle condotte idriche etrusche, fino ad arrivare in un ambiente di grande fascino: il più antico luogo di culto sotterraneo del centro storico di Viterbo. Visibile anche un antichissimo cunicolo, di probabile uso rituale, di epoca pre-etrusca. Luoghi spettacolari che ammaliano grandi e bambini.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email