VITERBO – Innovare l’istituto della Solidarietà per perseguire l’equilibrio generazionale nel mondo del lavoro. Lo ha detto il presidente di Unindustria, Maurizio Stirpe (foto), nel suo intervento al convegno sull’occupazione giovanile e le prospettive per il futuro organizzato dall’Associazione all’Auditorium di via Veneto a Roma.

 

Per Unindustria, ha detto Stirpe, per favorire l’occupazione giovanile si potrebbe pensare a “modalità di impiego delle riduzioni orarie” che consentano di “redistribuire il lavoro esistente tra lavoratori in forza e nuovi inserimenti dei giovani. nel tessuto produttivo attraverso rapporti di lavoro stabili”.”Sarebbe auspicabile a tal proprosito – ha aggiunto – che nei confronti del personale collocato in solidarietà espansiva sia previsto il riconoscimento della contribuzione previdenziale figurativa e il trattamento di integrazione salariale in favore del personale interessato alla riduzione dell’orario di lavoro, oggi prevista solo per la solidarietà difensiva”.

 

Oltre a ciò, Unindustria vede con favore la “staffetta generazionale”, ovvero la possibilità di un accompagnamento alla maturazione del requisito pensionistico per quei lavoratori che accettino la trasformazione del rapporto di lavoro da tempo pieno a parziale, correlato all’inserimento di giovani nel mondo del lavoro. “Putroppo – ha proseguito Stirpe – le incertezze insorte e disposizioni sul pensionamento non hanno permesso che l’iniziativa trovasse i riscontri attesi”. Anche l’incentivazione alla fuoriuscita del personale anziano prevista dalla legge Fornero, per Unindustria, può essere un valido strumento per favorire l’ingresso dei giovani. “E’ chiaro – spiega Stirpe – che queste operazioni nel breve periodo incrementerebbero la spesa previdenziale ed è l’esatto contrario di quanto fatto con successo in gran parte delle riforme dal 1995 a oggi, ma sicuramente non si possono escludere a priori riflessioni più attente sugli spazi di manovra possibili”.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email