SUTRI – Il Rotary Club Viterbo Ciminia continua a farsi portavoce delle risorse della Tuscia e lo fa, questa volta, valorizzando le ricchezze enogastronomiche del territorio. Al centro della conviviale che si è svolta presso il Golf Nazionale di Sutri, lo scorso venerdì 17 aprile, c’è stato l’olio extra vergine d’oliva e le sue tecniche di degustazione.

 

Organizzato dal Rotary Club Viterbo Cimina, il successo dell’evento è stato decretato da una sala stracolma e dall’interesse dell’argomento affrontato. Condotta da Carlo Zucchetti, noto esperto di enogastronomia, e dalla sua collaboratrice Francesca Mordacchini Alfani, la serata, ha avuto l’intento di rendere il consumatore sempre più consapevole dei propri acquisti, evidenziando le impareggiabili qualità dei prodotti della Tuscia, confrontati, tra l’altro, con un olio della terra molisana ma proveniente da un’azienda fondata da un sutrino (Cianti).

 

E’ stato, quindi, tributato il dovuto riconoscimento ai creatori di tanta eccellenza: il Presidente RC Viterbo Cimina, Enrico Cruciani, ha consegnato gli attestati di benemerenza alle aziende designate (Frantoio Tuscus di Giampaolo Sodano e C. Sas con oliveto in Nepi/Sutri e frantoio in Vetralla; Società agricola Sergio Delle Monache Srl Vetralla; olio Cianti Molise).

 

“L’olio d’oliva rappresenta un’eccellenza italiana di cui il nostro territorio si fa vanto. Anche questa volta, il Rotary Club Viterbo Ciminia ha voluto valorizzare la Tuscia, riconoscendo il merito a chi ha saputo investire su uno dei suoi prodotti più identificativi, l’olio d’oliva. Il tutto mettendo in luce la risorsa motrice di ogni rapporto economico, quella legata al valore dei rapporti umani” – così, il Presidente del Rotary Club Viterbo Ciminia, dott. Enrico Cruciani, ha commentato il successo dell’iniziativa.

 

Le caratteristiche di ogni singolo olio, oltre ad essere state presentate dalle aziende produttrici, sono state direttamente – e gustosamente – sperimentate dagli intervenuti grazie ad un menù pensato ad hoc ( Brandade di baccalà con olio Laris Sodano/ Pasta e fagioli con olio Cianti/ Pollo al forno con olio Tamia di Vetralla). Il tutto, accompagnato, da ottimo vino.

 

La serata, come già accaduto per quella dedicata alle meridiane, ha avuto anche un risvolto tendente al reperimento di fondi attraverso una lotteria basata sulla disponibilità di quantitativi di olio messi in palio dai vari produttori presenti. I fondi raccolti serviranno per l’acquisto di uno scannerizzatore e di una teca espositiva che verranno donati al Museo del Patrimonium di Sutri, in occasione dell’allestimento della mostra “Gli Etruschi a Sutri”.

 

L’olio – da sempre cultura e tradizione della Tuscia – è stato, dunque, il centro di una conviviale finalizzata alla conoscenza di personaggi ed eccellenze locali che danno lustro al nostro territorio e all’insegna del sapore dell’amicizia che, durante un banchetto, si diffonde attorno ad un tavolo, in perfetta sintonia con la filosofia rotariana.

 

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email