VITERBO – “Confabitare Viterbo ha partecipato alla riunione del Comitato Consultivo Misto riunitosi il 08 luglio 2015 per discutere in merito ai valori dell’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate di Viterbo relativi al primo semestre 2015.

 

Hanno partecipato alla riunione del Comitato: L’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate di Viterbo; Il Comune di Viterbo; Il Collegio dei Geometri e Geometri laureati di Viterbo; l’Ordine degli Ingegneri di Viterbo; alcune tra le più rappresentative agenzie immobiliari del territorio; Confabitare Viterbo.

 

L’Osservatorio, relativamente al primo semestre 2015, rileva un mercato immobiliare statico e al di fuori di qualsiasi spinta che lo proietti sia pur lentamente verso la ripresa, il numero delle trattative andate a buon fine risulta esiguo con la maggior parte dei venditori disposti a ridurre fino al 30% il prezzo inizialmente richiesto pur di portare a termine la vendita.

 

Tra le principali cause di stagnazione del mercato immobiliare si rilevano la difficoltà di accesso al credito, l’eccessiva pressione fiscale sugli immobili e lo squilibrato rapporto tra stipendi e costo delle case, oltre all’evidente perdurare dell’andamento recessivo della nostra economia e all’incertezza che ad essa si accompagna.

 

Unico segnale positivo è dato dal mercato degli immobili ecosostenibili che hanno riscontrato un elevato interesse commerciale con valori di vendita variabili tra i 2.500,00 e i 3.000,00 €/mq.

 

Come Confabitare Viterbo ci troviamo pienamente in accordo con quanto rilevato dall’Osservatorio del Mercato Immobiliare e con gli altri partecipanti alla riunione si è parlato di possibili soluzioni per far ripartire il mercato e della situazione di degrado in cui sono cadute ampie porzioni del centro storico del capoluogo.

 

Alla riunione ha partecipato anche l’Assessore all’Urbanistica Raffaela Saraconi in rappresentanza del Comune di Viterbo che ha dato la sua piena disponibilità ad incontrare i componenti del comitato per lo studio di soluzioni alle criticità riscontrate quali il sostanziale abbandono del centro storico, la cronica carenza di parcheggi e la continua svalutazione del valore degli immobili. Come Confabitare Viterbo abbiamo personalmente preso contatti con l’Assessore per un incontro in cui discutere le nostre proposte per la rivalutazione della proprietà immobiliare”.

 

Confabitare Viterbo

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email